Qualificarsi come un monitor di gioco all’avanguardia è un compito alto in questi giorni. Riducetelo a un esercizio di box-ticking e l’alto refresh, la risoluzione 4K, la sincronizzazione adattiva e l’HDR sono tutti nel mix.

Come succede, l’ultimo pannello di gioco Acer, Acer Predator XB3 (AKA Acer Predator XB273K) inchioda quella piccola lista e lo fa con meno denaro del suo precedente schermo high-end in questa categoria, Acer Predator X27, per non parlare di Asus simile ROG Swift PG27UQ, anche se l’XB3 non è ancora esattamente economico a $ 999.

Naturalmente, anche a questo prezzo dovrai fare qualche compromesso. La più ovvia è la scala pura di Acer Predator XB3. A 27 pollici, non lo chiameremmo veramente piccoli. Ma non è nemmeno cinematografico.

Anche guidare un monitor 4K ad alte frequenze di aggiornamento negli ultimi giochi per PC può essere problematico. Un giorno, questo tipo di denaro comprerà un monitor da 8K alle dimensioni della tua scelta e l’hardware grafico per guidarlo sarà relativamente conveniente. Ma sono passati anni e, per ora, questo è ciò che assomiglia a giochi per PC all’avanguardia. Sulla carta, almeno.

XB3 non è il monitor più entusiasmante

(Credito immagine: futuro)

Prezzo e disponibilità

Fresca sul mercato, Acer Predator XB3 ha un prezzo al dettaglio consigliato di $ 1,299 ma è già in vendita a $ 999 negli Stati Uniti su Amazon e può essere avuto per £ 999 nel Regno Unito. Tuttavia, la disponibilità e i prezzi in Australia devono ancora materializzarsi.

Questo è uno sconto molto significativo sia per il fratello Acer da 27 pollici 4K, il Predator X27, che si aggira intorno a $ 1,650, sia per il ROG Swift PG27UQ di Asus a $ 1,789. Ma è anche un po ‘più costoso del prossimo gradino giù per la scala Acer da 27 pollici a 27 pollici, il $ 797 Acer Nitro XV3 (XV273K).

Tutti questi monitor offrono una risoluzione 4K di oltre 27 pollici con sincronizzazione adattiva, aggiornamento a 144 Hz e supporto HDR. Ma come vedremo, il diavolo è nei dettagli.

Le luci si illuminano lungo la parte inferiore del monitor

(Credito immagine: futuro)

Design e caratteristiche

Per pura estetica, Acer Predator XB3 non ti lascerà a bocca aperta dal momento del disimballaggio. L’altezza, inclinazione e supporto girevole è abbastanza decente. Ma il telaio del pannello è una plastica nera anonima e irrinunciabile. È deludente dato il prezzo.

Acer ha conferito all’XB3 un pannello di luci d’atmosfera LED completamente configurabili lungo la superficie inferiore della cornice inferiore. È possibile impostare manualmente l’output a colori di questi LED e configurarli per “riflettere” il colore visualizzato dal pannello stesso. È una funzione divertente, ma non può davvero compensare lo stile relativamente sciatto dell’XB3 e le cornici abbastanza vecchio stile. Questa non è una meraviglia elegante e sottile.

Ciò non migliora se monti il ​​cappuccio anti-riflesso a tre lati dell’XB3. Si inserisce facilmente e in modo sicuro e non fa molto per l’XB3 in termini di stile puro. Ma dipende interamente da te se lo adotti e dove vedi il trade off per quanto riguarda l’aspetto e le prestazioni.

Avrai bisogno di specifiche decenti per sfruttare al massimo la nostra risoluzione 4K

(Credito immagine: futuro)

Per quanto riguarda le specifiche, il pannello da 27 pollici utilizza la tecnologia IPS e offre la piena risoluzione nativa da 3.840 a 2.160 4K. Hai anche il supporto per l’aggiornamento a 144Hz e l’hardware N-Gidia N-Gidia completo piuttosto che la semplice compatibilità G-Sync. In pratica, è quasi necessario disporre di hardware grafico molto serio per tenere il passo con questo schermo, quindi tienilo a mente.

L’altra caratteristica importante riguarda il supporto HDR ed è anche il luogo in cui l’XB3 si distingue più chiaramente dai più costosi monitor da gioco da 27 pollici 4K sul mercato. XB3 è compatibile con il supporto di HDR400 in cui Acer Predator X27 e Asus ROG Swift PG27UQ garantiscono la certificazione HDR1000.

Il picco di luminosità non è il massimo con il Predator XB3

(Credito immagine: futuro)

Come suggerisce la nomenclatura, la differenza immediata è una luminosità di picco di 400 nits per XB3 contro 1000 nits per i pannelli più costosi. Esamina più da vicino e scoprirai anche che l’XB3 non offre la retroilluminazione locale ad attenuazione locale di quei pannelli più costosi. Invece, si ottiene una retroilluminazione singola molto più semplice, più economica e più convenzionale, anche se potenziata dalla tecnologia dei punti quantici.

Altrove, la connettività è limitata a DisplayPort e HDMI. Non c’è ingresso USB di tipo C, che è deludente per i videogiocatori basati su laptop, anche se il mercato di riferimento principale di XB3 sono le piattaforme di gioco desktop piuttosto che i PC portatili.

Dovrai modificare alcune impostazioni per ottenere il massimo dal monitor

(Credito immagine: futuro)

Prestazione

Funzionando in modalità SDR, farai fatica a individuare la differenza tra Acer Predator XB3 e le ancora più costose opzioni di gioco da 27 pollici in 4K. L’impressione immediata è quella di un display molto saturo e altamente saturo con colori che popolano seriamente e la caratteristica nitidezza e dettaglio che accompagna qualsiasi monitor 4K da 27 pollici.

In altre parole, sembra favoloso. Nel gioco hai accesso tramite il menu OSD completo dell’XB3 a più livelli di pixel overdrive, permettendoti di decidere dove si trova la preferenza riguardo il trade off tra la velocità e gli svantaggi, incluso il ghosting inverso, che viene fornito con un overdrive davvero aggressivo.

Le opzioni di overdrive più basse offrono una buona risposta senza evidenti artefatti visivi.

Ovviamente, con l’aggiornamento a 144Hz e la tecnologia di sincronizzazione adattiva G-Sync di Nvidia, i frame rate sono morbidi come la seta se si dispone di una scheda grafica molto potente. Se non si dispone di almeno una GPU Nvidia GeForce GTX 1080, non si otterrà il massimo vantaggio dalla capacità di aggiornamento 144Hz dell’XB3. Infatti, anche con le GPU più potenti attualmente disponibili, non avrai intenzione di ottenere frequenze fotogrammi sufficienti in tutti i giochi.

È inequivocabilmente un monitor da gioco

(Credito immagine: futuro)

Tuttavia, a livello soggettivo non vi è alcun ritardo di input riconoscibile – e in definitiva è l’esperienza soggettiva che conta quando si tratta di input lag. Tutto sommato, è un’esperienza di gioco molto dolce, questo è sicuro. È veloce, è scivoloso e c’è una gran quantità di dettagli.

Per quanto riguarda l’esperienza HDR, beh, più di 60 giochi per PC supportano l’HDR, quindi è più che una semplice tecnologia di nicchia in questi giorni, anche se è tutt’altro che onnipresente. Senza oscuramento locale full-array e solo 400 nits di luminosità, la realtà è che l’XB3 non ti offre una vera esperienza HDR.

Gli alti in termini di luminosità non sono così alti e nemmeno il display può raggiungere gli stessi minimi e quindi i livelli complessivi di contrasto di un vero display HDR. Non è un rompicapo, ma l’XB3 è meglio pensato come un ottimo monitor SDR di un vero pannello HDR.

Per la cronaca, il cappuccio anti-riflesso non è abbastanza profondo da fare una differenza drammatica per l’esperienza visiva, quindi è qualcosa che avremmo scelto di non adattarsi. Inoltre, il colore predefinito e la calibrazione del contrasto sono un po ‘deludenti, con una compressione evidente nella parte superiore delle scale bianche.

Tuttavia, è abbastanza facile da chiamare e il menu OSD non è nulla se non completo in termini di calibrazione e opzioni di spazio colore.

Ma se c’è un’obiezione unica e più significativa per l’esperienza complessiva dell’XB3, essa comporta delle dimensioni. A 27 pollici, non è un display terribilmente coinvolgente. A questo punto di prezzo, sono disponibili pannelli ad alto refresh con dimensioni e fattori di forma più spettacolari, da 34 pollici ultra-wide e oltre. La maggior parte sono anche più facili sul sottosistema grafico.

Verdetto

Su diversi livelli, questo è un inferno di un monitor da gioco. La risoluzione 4K più l’aggiornamento a 144 Hz e il supporto G-Sync garantiscono una velocità e una precisione eccezionali. Anche il pannello IPS è di alta qualità. È incisivo, preciso, preciso.

Ma a questo prezzo, anche con uno sconto per altri pannelli simili, ti sentirai giustificato nell’essere molto pignoli. E Acer Predator XB3 non è un pacchetto impeccabile. Sembra un po ‘economico e manca delle vere capacità HDR.

Più che altro, è la scala limitata dell’esperienza da 27 pollici che è il più grande problema per la proposta di valore dell’XB3. Se si tratta di una grande esperienza di gioco cinematografica che cerchi, 27 pollici probabilmente non lo taglieranno.

Vale anche la pena ricordare che è necessario un sottosistema grafico molto serio per pilotare correttamente l’XB3. Come investimento a lungo termine, la situazione migliorerà. Ma se non hai già una scheda grafica molto potente, il budget per uno dovrebbe essere parte del processo di considerazione per un monitor come il predatore Acer XB3.