Floyd Rose è poco conosciuto nei circoli delle cuffie, ma un nome nel mondo della chitarra.

Come molti altri marchi prima, come Yamaha e Marshall, Floyd Rose ha deciso di estendere il marchio ai prodotti audio e le cuffie Floyd Rose FR-18M in legno fanno parte dell’estensione del marchio.

Vale la pena notare che queste cuffie sono già disponibili da qualche tempo negli Stati Uniti da qualche tempo, ma ora anche il Regno Unito può ottenere la loro correzione audio.

Prima togliamo questo: il legno con le cuffie non è per tutti i gusti.

Floyd Rose FR-18M: design e funzionalità

Dando uno sguardo alla scatola in cui arrivano le cuffie, puoi vedere che Floyd Rose vuole avere un impatto con i suoi FR-18M.

È certamente una dichiarazione, ma assolutamente impraticabile.

Anche l’aspetto del legno è in cuffia.

I padiglioni erano comodi da indossare, anche sotto il sole splendente dell’estate, e siamo rimasti sorpresi dalla leggerezza delle cuffie sulla testa.

A bordo è anche un filo rivestito di corda senza grovigli che non viene collegato alle cuffie.

Sul cavo ci sono i pulsanti volume e chiamata: questi controlli funzionano bene sia con dispositivi Android che iOS.

Le cuffie sono arrotondate con una cornice retrattile, che puoi rendere più grande o piccola a seconda delle dimensioni della tua testa, e un jack da 3,5 mm placcato in oro.

Floyd Rose FR-18M: prestazioni

Sulla testa, gli FR-18M sono davvero comodi.

Anche le cuffie più corte possibile non hanno abbastanza “schiacciamento” sulla nostra testa che avremmo voluto.

Per testare il suono delle cuffie abbiamo scelto un numero di tracce, da un certo numero di generi.

La prima cosa che ha colpito con il suono è stato il calore di esso, che a volte è diventato un po ‘troppo afoso.

Lo stesso è successo quando abbiamo messo su Gritty Shaker di David Holmes.

Più morbida è la musica, migliori sono stati gli FR-18, che sembrano un po ‘in disaccordo con le radici del rock’n’roll dei produttori.

I Wildflowers della fantastica Soccer Mommy suonavano in modo eccellente con una freschezza che mancava ai nostri precedenti test, lo strimpello di ciascuna corda di chitarra che risuonava piacevolmente intorno alle cuffie degli FR-18M e quando arriva il basso, è lì con intento.

Miki Dora di Amon Dunes aveva una sensazione di “smokey bar nel mezzo della notte”, il basso minacciava di conquistare le parti principali, ma messo in secondo piano dal suono dell’F-18.

Che sia il legno a provocare il riscaldamento, o semplicemente il modo in cui le cuffie sono state sintonizzate sulla parte inferiore, così i bassi lasciano spazio alla chiarezza, è un suono che non è per tutti.

Floyd Rose FR-18M: verdetto

I FR-18M di Floyd Rose non sono adatti a tutti.

Come il loro suono, non è del tutto chiaro a chi siano queste cuffie – sembrano assecondare il pubblico di fascia alta ma con un prezzo (e un suono) più modesto.

  • Le migliori cuffie 2018: la nostra scelta del meglio del meglio