Marshall sta rapidamente sviluppando una reputazione per gli oratori domestici di alta qualità, essendosi distaccato dalla musica dal vivo e dal mercato degli studi professionali negli ultimi anni.

È l’ultimo oratore, Stanmore II Voice è stato aggiornato per includere l’integrazione completa di Amazon Alexa, il che significa che puoi controllare la tua casa intelligente, porre domande ad Alexa e riprodurre la tua musica attraverso la tecnologia di attivazione vocale. Ecco cosa abbiamo pensato del nuovo altoparlante appariscente.

Prezzo e disponibilità

La Marshall Stanmore II Voice è disponibile per ordinare ora negli Stati Uniti per $ 399,99 – nel Regno Unito, costa £ 349. Non è ancora stato lanciato in Australia, ma sulla base dei tassi di conversione attuali, stimiamo che venderà al dettaglio per circa 430 dollari australiani – al momento, c’è solo un foglio di registrazione sul sito web dell’Australia Marshall dove è possibile abbonarsi agli aggiornamenti sul Stanmore II Voice.

Stanmore II Voice costa circa $ 50 in più rispetto alla versione Bluetooth di Alexa, e si trova in genere intorno alla gamma media per diffusori Marshall.

Quasi $ 400 non è una piccola somma da spendere per un oratore, arrivando allo stesso prezzo di Google Home Max, ma in base alle sue dimensioni e alle capacità di assistente vocale, quel prezzo sembra abbastanza ragionevole.

Design

Come tutti i diffusori Marshall, il design della Stanmore II Voice è basato sui suoi anni di eredità audio rock, ispirato all’aspetto dei classici amplificatori per chitarra di Marshall.

Il modello che abbiamo testato aveva un involucro vinilico in similpelle nera, una grata in tessuto grigio con il logo Marshall orgogliosamente esposto su di esso e lussuosi accenti in oro rosa, che conferivano all’oratore un design alla moda che sarebbe perfetto in ogni casa.

Gli accenti in oro rosa conferiscono al design di questo diffusore un senso di sofisticazione, e sono trasportati attraverso il pannello inferiore, il logo Marshall e i controlli sulla parte superiore dell’involucro.

I controlli sono abbastanza simili a quelli del Marshall Woburn II, in quanto si hanno quadranti dall’aspetto retrò per controllare il volume, i bassi e l’uscita degli alti dell’altoparlante – questi quadranti sono interpretati in chiave moderna dall’inclusione di micro-LED in luogo dei numeri, che si illuminano quando li si alza e si abbassa.

Avere controlli bassi e alti è una delle carte telefoniche di Marshall quando si tratta dei suoi diffusori, ed è un bel tocco, specialmente se ti piace essere in grado di controllare esattamente il modo in cui suona la tua musica.

Tuttavia, non si tratta solo di dial: ci sono pulsanti che consentono di controllare la sorgente di ingresso (WiFi, Bluetooth, AUX e RCA), riprodurre / mettere in pausa la musica e un pulsante del microfono se si desidera parlare con Alexa. In alternativa, puoi semplicemente dire “Alexa” per attivare l’assistente vocale.

Funzionalità e prestazioni

Per poter utilizzare la funzione integrata di Alexa con Stanmore II Voice, devi scaricare l’app Marshall Voice sullo smartphone e seguire i passaggi per configurare una connessione. Saprai quando Alexa ti avrà sentito perché una fila di cinque luci a LED nella parte inferiore dell’altoparlante si illuminerà di blu, il che è tanto funzionale quanto esteticamente piacevole, e poi lo commuti al WiFi nella tua casa.

Quando abbiamo provato ad abbinare l’altoparlante al nostro smartphone, ci sono voluti diversi tentativi per il successo della connessione – tuttavia, una volta abbinato, è molto semplice abilitare Alexa (per farlo devi avere un account Amazon, così come l’app Alexa su il telefono per abilitare il servizio di streaming preferito).

Per raccogliere i comandi vocali, l’altoparlante ha un doppio array di microfoni e abbiamo scoperto che la nostra voce è stata ripresa molto bene. Grazie all’annullamento del rumore acustico, la voce Stanmore II ti può sentire dall’altra parte della stanza, senza essere distratta da alcuna musica che sta già suonando attraverso l’altoparlante.

Sebbene tu possa usare il pulsante del microfono per attivare Alexa, è molto più facile farlo con la tua voce: se vuoi riprodurre musica tramite Spotify, dì semplicemente “Alexa, gioca a Spotify” e la tua musica riprenderà da dove ti eri interrotta.

Puoi anche chiedere ad Alexa di riprodurre brani, artisti, playlist e album specifici attraverso lo Stanmore II, proprio come faresti con Amazon Echo. Viene fornito con tutte le funzionalità di Alexa, quindi puoi anche chiedere cose come il tempo, le notizie e aggiungere elementi alla tua lista della spesa Amazon.

Abbiamo solo testato Stanmore II da solo, ma con Alexa integrato, puoi trasformarlo in un hub per l’intera casa intelligente, controllando le luci intelligenti, i lucchetti, la TV e altro ancora compatibili con Alexa. Secondo il sito Web di Marshall, sarai presto in grado di impostare l’audio multisala accoppiando lo Stanmore II con altri altoparlanti Alexa nella tua casa, ma non è ancora chiaro quando questo sarà disponibile.

Questo piccolo altoparlante compatto è dotato di un amplificatore audio grazie a due amplificatori in classe D da 15 watt che alimentano i suoi tweeter e l’amplificatore da 50 watt in classe D che dà potenza al suo potente subwoofer.

Sintetizzatori clattering e percussioni tattili vengono fuori con nitidezza e chiarezza, anche se a volte le frequenze più alte possono essere leggermente dure, il che può causare affaticamento dell’orecchio dopo un po ‘.

Se si è particolarmente sensibili alla fatica a causa delle frequenze alte, è possibile ruotare la ghiera degli acuti in basso per attenuare il suono, che dovrebbe eliminare il bordo.

Le frequenze medie si sentivano un po ‘incassate, in particolare con la voce. Abbiamo provato Low’s “Murderer”, e non abbiamo potuto scegliere alcune delle armonie vocali che puoi sentire con un paio di cuffie over-ear decenti, il che è stato deludente – considerando il prezzo di questo diffusore, dovresti essere in grado di sentire tutti gli elementi di una traccia.

Le frequenze dei bassi sono piuttosto buone, con un suono caldo e generoso, ma è nel sub bass che lo Stanmore II risplende, emettendo vibrazioni potenti e toniche che puoi sentire nel tuo petto.

Abbiamo messo il subwoofer alla prova con “King Kunta” di Kendrick Lamar, e ha superato le nostre aspettative. A volte sembra che il subwoofer sovrasti leggermente le frequenze medie come la voce e i synth, ma l’intera esperienza di ascolto è comunque molto piacevole – se ti piace la tua musica super bassy, ​​questo diffusore dovrebbe renderlo giustizia.

Sembra che lo Stanmore II sia più adatto a suonare l’hip-hop più pesante piuttosto che la musica rock ad alta frequenza, il che è stato sorprendente considerando il suo design ispirato all’amplificatore e l’eredità rock di lunga data di Marshall.

Verdetto finale

Nel complesso ci è piaciuta molto la Stanmore II Voice, e abbiamo ritenuto che le sue prestazioni sonore fossero all’altezza delle nostre aspettative sui diffusori Marshall: è un vero peccato che le frequenze medie fossero così incassate, dato che sono molto presenti nella musica rock.

Detto questo, se si tratta di quel basso per te, allora sarai probabilmente molto felice con la qualità audio dell’altoparlante, ed è perfetto per ascoltare l’hip-hop e altri generi heavy-heavy.

Le orecchie sensibili possono rilevare che le acute frequenze acute causano affaticamento, ma questo può essere risolto regolando i toni alti e bassi sulla parte superiore degli altoparlanti.

Il principale biglietto da visita di questo diffusore è la sua integrazione con Alexa, e abbiamo scoperto che questo aspetto ha funzionato molto bene, grazie in parte al microfono di campo lontano che raccoglie la tua voce ovunque tu sia nella stanza.

In termini di design, la Stanmore II Voice è fantastica, con una palette di colori sofisticata e sofisticata e un hardware di ispirazione rock. Certo, non è economico a quasi $ 400, ma l’altoparlante si sente e sembra costoso, e possiamo vedere che è una meravigliosa aggiunta alla casa, in particolare per le feste o sessioni di ascolto super-hip. Se quelle frequenze medie fossero un po ‘più chiare, sarebbe un’ottima scelta anche per l’audiofilo più perspicace, ma per come stanno le cose, riteniamo che sia più adatto agli ascoltatori occasionali.

Tutto sommato, se stai cercando un grande oratore di festa con la possibilità di controllare la tua casa intelligente, Stanmore II Voice potrebbe essere il tuo nuovo migliore amico.

  • Alla ricerca di qualcosa di un po ‘più grande? Leggi la nostra recensione su Marshall Woburn II