Abbiamo avuto difficoltà a trovare una TV migliore rispetto a Philips OLED + 903 l’anno scorso, ma è stato un premio pesante. Con il 2019, Philips sta cercando di portare alcune delle caratteristiche di punta del suo set migliore a un livello inferiore della gamma con i nuovi schermi OLED 804 e OLED 854.

Separati solo dai modelli di stand, gli 804 e gli 854 sono costruiti dallo stesso DNA dello show stop OLOP dello scorso anno, ma hanno lasciato cadere l’impressionante sistema audio Bowers e Wilkins che ci ha entusiasmato. La loro superba grafica 4K può farcela?

Prezzi e disponibilità

Philips non ha ancora fissato i prezzi e le informazioni sulla data di rilascio per gli schermi OLED 804 e 854 Philips, anche se ci è stato detto di aspettarci di vederli colpire i negozi verso maggio.

Per riferimento, Philips OLED + 903 ha lanciato a £ 2.499 ($ ​​3.270 / AU $ 4.590). Ora costa più di £ 2.000, quindi speriamo di vedere questi schermi in giro per quel prezzo, e possibilmente un po ‘più basso.

Design

Gli schermi Philips OLED 804 e OLED 854 sono essenzialmente la stessa TV con una sola leggera differenza: il design dei loro supporti.

Entrambi hanno una cornice cromata ultra sottile, mentre l’OLED 804 è appoggiato su piedini metallici verso i bordi del display, mentre l’OLED 854 si trova su un supporto metallico posizionato centralmente con una forma a T che ne consente la rotazione.

Sono entrambi attraenti, con l’OLED 854 seduto leggermente più in alto rispetto alla superficie. È solo una questione di gusti e requisiti di visualizzazione (anche se ci aspetteremmo che la posizione più complessa dell’854 causi alla fine un premio di prezzo tra i due).

Oltre a questo, stai guardando schermi quasi identici. Entrambi gli OLED 4K, ciascuno di essi avrà dimensioni di 55 e 65 pollici.

C’è una porta USB sul lato e quattro porte HDMI, che sono tutte pronte per l’HDR. Entrambe le schermate includono anche Ambilight a 3 lati, l’USP Philips che visualizza i colori sullo schermo dietro il display per adattarsi all’azione, lasciando che la tua stanza sboccia con colori avvolgenti.

Entrambi gli 804 e gli 854 utilizzano Android TV come sistema operativo, con l’ultima versione Android P del sistema operativo, e sono completi di tutti i servizi di catch up e streaming che ci si possono aspettare, tra cui Netflix e Amazon Prime Video.

Entrambi funzionano anche con i comandi vocali di Google Assistant e Alexa e sono dotati di funzionalità Chromecast incorporate. Ognuno di essi è alimentato da un nuovo processore quad-core che garantisce che il sistema operativo relativamente ricco di risorse funzioni senza intoppi.

Sembrano quindi fantastici, ma si noti che, nonostante provenga dalla stessa stalla dell’OLED + 903, nessuno dei due presenta il design della soundbar di Bowers e Wilkins presente in quel set impressionante.

Si ottiene uno schermo più compatto con 804 e 854, ma a spese di avere solo la tecnologia audio Philips integrata.

Qualità dell’immagine

Sia che tu stia optando per il Philips OLED 804 o Philips 854, stai ottenendo uno dei pannelli OLED con le migliori prestazioni sul mercato, proprio come il 903 prima di loro.

Andando con la tendenza avviato al CES 2019 dal Panasonic GZ2000, Philips sta cercando il supporto completo per HDR qui.

Avrai accesso ai contenuti Dolby Vision, alle modalità HDR10 + e HLG ad alta gamma dinamica, e tutti potranno usufruire del raffinato chipset di elaborazione delle immagini P5 Pro.

Philips fa un sacco di operazioni di elaborazione delle immagini dietro le quinte per far apparire i suoi schermi OLED, e il P5 Pro sta facendo gli straordinari qui per rendere l’immagine ancora più impressionante di quanto non facciano i suoi sforzi precedenti.

Prendi la sua performance Dolby Vision, per i principianti. Philips ha finalmente raggiunto un accordo con Dolby per consentirgli di porre le sue tecniche di elaborazione in cima allo standard Dolby, il che significa che ci sono cinque modalità di visualizzazione Dolby Vision.

HDR Personal può essere adattato ai gusti di un utente, il gioco HDR favorisce i tempi di risposta rispetto alla post-elaborazione e Dolby Vision Dark è lo standard Dolby Vision predefinito.

Le modalità Dolby Vision Bright e HDR Vivid, in confronto, cercano di migliorare la nitidezza, la riproduzione dei colori e il livellamento del movimento a vari livelli.

Se confrontato in una demo affiancata alla riproduzione standard di Dolby Vision da Sony e LG, la differenza è sorprendente: la precisione dei colori appare molto più naturale dei pannelli gialli di LG, mentre il movimento è molto più fluido rispetto a quello di Sony – ma poi tu Prevedo che i test favoriscano il set del marchio.

La terza generazione del chipset P5 è un performer a tutto tondo. Ci è stato detto di aspettarsi immagini SDR più pulite, più nitide e più luminose, e migliori dettagli nelle scene HDR scure così come nella quasi-rimozione delle strisce colorate.

Le brillanti scene HDR manterranno anche il loro colore, come mostrato in una superba demo contro l’impressionante chip P5 dello scorso anno, che ha perso la ricchezza in un cielo blu attraverso la sua implementazione HDR.

Che Philips possa continuare a ottenere prestazioni come questa dal chip rivisto è notevole.

Prestazioni audio

Se questi set si trovano sotto l’ammiraglia OLED + 903, qualcosa deve dare, giusto? Mentre la qualità dell’immagine diventa sempre più forte, sembra che l’audio possa essere il punto in cui Philips sta tagliando gli angoli.

Piuttosto che optare per il sistema audio premium Bowers e Wilkins di nuovo (che ora gocciola verso i set LCD attraverso il Schermo Philips 8804, entro la fine di quest’anno) Philips sta utilizzando il proprio sistema audio proprietario con i set 804 e 854.

È ancora apparentemente un sistema 2.1 con potenza in uscita di 50 W, ma non avrà la stessa grinta o profondità dei modelli di imballaggio Bowers e Wilkins.

Ciò non vuol dire che Philips non abbia ancora fatto i compiti a casa – ci hanno mostrato una demo di alcuni dei miglioramenti audio che Philips ha realizzato per la serie 6000 e 7000 per il 2019, allargando il palcoscenico e dando maggiore enfasi anche alla gamma media, come estendere la gamma di frequenze complessiva.

In altre parole, l’804 e l’854 suoneranno bene per una TV, ma non all’altezza degli sforzi di punta di Philips. Se hai già un buon sistema audio per l’home cinema, potrebbe essere un compromesso che sarai felice di fare.

Ciò che il downgrade audio non aiuta, tuttavia, è il presunto supporto di Dolby Atmos.

Le schermate OLED 804 e 854 saranno in grado di gestire le sorgenti Dolby Atmos, ma saranno ridimensionate per adattarsi ai canali disponibili, piuttosto che un vero e proprio rilascio dell’audio del suono surround basato su oggetti.

È qui dove quest’anno Panasonic GZ2000 Il fiore all’occhiello, con il suo sistema di altoparlanti di rialzo incorporato, sembra essere il leader del pacchetto in tutti i marchi di produzione TV.

Verdetto anticipato

Sin dalle prime impressioni con gli schermi OLED 804 e OLED 854 Philips, Philips ha fatto un lavoro fantastico non solo portando la qualità dell’immagine di alto livello di OLED + 903 in quella che dovrebbe essere una schermata più economica, ma anche perfezionando ulteriormente la sua tecniche di elaborazione dell’immagine.

Senza dubbio mancheremo all’inclusione dei sistemi audio Bowers e Wilkins, ma se il prezzo è giusto, e tu sei l’orgoglioso proprietario del tuo sistema audio home cinema, gli 804 e gli 854 sembrano davvero televisori molto promettenti.

  • La migliore TV 2019: quale TV dovresti comprare?