Parte della sicurezza del tuo sito web potrebbe essere coperta dalla tua società di hosting e dovrebbero sempre essere la tua prima chiamata se dovesse accadere qualcosa.

Tuttavia, dovresti sempre controllare cosa fanno e non coprire perché alla fine della giornata sei responsabile della sicurezza del tuo sito web.

Non è sempre il caso che la persona o il bot che ti sta hacker stia cercando la tua azienda.

(PS: non dimenticarti di controllare la lista dei migliori servizi di web hosting in quanto include fornitori che sono stati testati e verificati da noi).

La rete.

1) Chi o cosa sto proteggendo?

Questa è la prima cosa che devi chiederti quando aggiungi sicurezza al tuo sito web.

  • I tuoi vicini: è probabile che inizierai su un server con pochi vicini, sia attraverso l’hosting condiviso o VPS.
  • I tuoi visitatori: ci sono stati esempi in passato di siti Web che hanno malware attaccati alle loro pagine senza che l’azienda sia a conoscenza.
  • Protezione dei dati: la protezione dei dati è vitale per qualsiasi azienda.

2. Certificati SSL

SSL sta per Secure Sockets Layer.

  • Quando ho bisogno di SSL?
  • Condiviso rispetto a privato?

3. Firewall di applicazioni Web (WAF)

I WAF (Web Application Firewall) monitorano il traffico prima che raggiunga l’applicazione Web, analizzando le richieste per filtrare il traffico dannoso oi modelli di traffico.

Non sorprendentemente, di solito vengono offerti come opzione per i siti Web più grandi in quanto possono essere difficili da implementare (a causa del livello di esperienza richiesto) e sono relativamente costosi, specialmente per le PMI.

  • Questo è un estratto da un eBook chiamato “La guida definitiva al web hosting “, pubblicato da ditching Pro in associazione con Planet Hippo