Questa recensione del Samsung AU7100 esamina la versione da 43 pollici della gamma di TV LED 4K più conveniente di Samsung. La gamma è ampia (in quale altro modo descriveresti la disponibilità di otto diverse dimensioni dello schermo?)

Le specifiche sono molto decenti al prezzo, con punti salienti tra cui la risoluzione 4K, una piccola dose di funzionalità HDMI 2.1, un’interfaccia smart TV estremamente utile e numerose opzioni di controllo.

Naturalmente, le battaglie TV non si combattono sulla carta, ma la buona notizia è che offre davvero la qualità dell’immagine per il prezzo, e questo modello è assolutamente uno dei migliori televisori da 43 pollici in circolazione per coloro che si limitano a un budget inferiore.

La qualità costruttiva è tutto ciò che ti aspetteresti anche da un prodotto Samsung, quindi almeno sulla carta, l’AU7100 sembra attrezzato per competere con uno dei migliori televisori sotto £ 500 e con modelli con schermi più grandi nei migliori televisori sotto £ 1000.

Quindi c’è davvero solo la consueta mancanza di Dolby Vision HDR da navigare, che è una caratteristica che alcuni dei suoi concorrenti offrono, ma non trattiene affatto questa battuta d’arresto, come vedremo. Ecco il nostro verdetto completo.

Recensione Samsung AU7100: prezzo e data di uscita

La gamma AU7100 è ora in vendita e in questa veste da 43 pollici ha un prezzo non superiore a £ 449. Ma Samsung sa che “il mainstream” è un gruppo di persone molto disparato, e quindi l’AU7100 è disponibile anche in dimensioni dello schermo di (respiro profondo) 50 pollici (che ti costeranno £ 549), 55 pollici (£ 599), 58 pollici (£ TBC), 65 pollici (£ 799), 70 pollici (£ 899), 75 pollici (£ 999) e 85 pollici (£ 1.799, un prezzo molto più piccolo dello schermo stesso). Non riesci a trovare una dimensione dello schermo appropriata in quell’elenco? Non è certo colpa di Samsung, vero?

Di seguito puoi trovare i prezzi più bassi correnti su tutte queste taglie: i prezzi vengono estratti in tempo reale dai rivenditori, quindi dovrebbero essere i più economici disponibili.

Samsung sviluppa regolarmente varianti di modello specifiche per diversi territori, e questo sembra essere il caso qui. Di conseguenza non ci sono prezzi per l’AU7100 negli Stati Uniti o in Australia, perché questo modello esatto non è in vendita in quei mercati. Cerca invece il Samsung AU7000, quando disponibile, che è probabile che sia a) molto simile, b) a prezzi estremamente convenienti ec) disponibile in una pila assoluta di dimensioni dello schermo.

(Credito immagine: Samsung)

Recensione Samsung AU7100: caratteristiche e novità

Non ci sono, ovviamente, dato il prezzo, non molti fischietti e campanelli per l’AU7100. Invece, il set di funzionalità è fondamentalmente un perfezionamento di ciò che Samsung ha perfezionato sin dai primi giorni dei televisori LCD con retroilluminazione LED 4K – e di conseguenza è il tipo di TV che sarebbe costato 10 volte questo importo 10 anni fa.

Il pannello LCD 4K “Crystal UHD” è retroilluminato da LED disposti sui bordi e le immagini visualizzate sono regolate dall’ultima iterazione del motore di elaborazione Crystal Processor 4K. È felice di supportare gli standard HDR10, HDR10+ e HLG HDR, ma, poiché alcune cose non cambiano mai nel paese di Samsung, non Dolby Vision.

La connettività wireless è disponibile tramite Bluetooth 4.2 e Wi-Fi dual band. Per quanto riguarda le connessioni fisiche, ci sono tre prese HDMI, un ingresso Ethernet, uno slot per schede CI e un ingresso USB 2.0: tutti gli ingressi HDMI incorporano l’aspetto della modalità Auto Low Latency delle specifiche HDMI 2.1, il che significa console di nuova generazione può dire alla TV di passare alla sua modalità di gioco. Questa è l’unica funzione HDMI 2.1, quindi, sebbene sia molto bello avere in giro, significa che non fa tanto quanto i migliori televisori da gioco.

Una delle prese HDMI è compatibile con eARC per l’uso con le soundbar, mentre c’è anche un’uscita ottica digitale per l’uso con più soundbar vintage.

Recensione Samsung AU71000: prestazioni dell’immagine

Questa è una TV 4K, quindi non è necessario alcun grande sforzo di immaginazione per capire che funziona al meglio con i contenuti 4K. E non importa se è derivato da un disco Blu-ray UHD o da un servizio di streaming (idealmente, in questo caso, Amazon Prime Video, perché ha una discreta selezione di titoli che utilizzano HDR10+), l’AU7100 è in grado di convincere e immagini avvincenti .

Potrebbe essere più rapido affrontare prima i pochi aspetti della resa dell’immagine che qui sono deludenti, perché sono molto pochi. Riguarda principalmente i toni del bianco e i toni del nero: il Samsung fatica a produrre toni neri veramente profondi e la sua mancanza di luminosità assoluta significa che i suoi bianchi non escono esattamente dallo schermo.

Ne consegue che i contrasti non sono così ampi come potrebbero essere, e quei film che si basano molto sull’oscurità (qualsiasi cosa ambientata nello spazio, solo per fare un esempio) non hanno l’inchiostro ai loro neri che i televisori più costosi (soprattutto gli OLED) possono raccogliere. Ovviamente, qualsiasi OLED costa almeno il doppio di questo, quindi c’è da aspettarselo.

Per il suo prezzo, il Samsung controlla bene la sua retroilluminazione, quindi mentre “nero” qui significa davvero “grigio molto molto scuro”, c’è, almeno, uniformità. È fatto bene, è solo limitato dal budget.

L’AU7100 carica sia i neri che i bianchi con molti dettagli, quindi sotto questo aspetto le sue immagini sono altrettanto varie e sfumate come lo sono altrove. I livelli di dettaglio sono alti su tutta la linea, infatti, il che significa che le importantissime tonalità della pelle e le texture della pelle su cui si basa praticamente qualsiasi film live-action sono descritte con sicurezza.

“Fiducioso” è anche un modo valido per descrivere il modo in cui l’AU7100 definisce i bordi e gestisce il movimento sullo schermo. I menu di configurazione qui non sono così estesi (che è, in un certo senso, una pietà) ma sono più che in grado di consentirti di estrarre un movimento fluido e persuasivo dalle immagini.

La tavolozza dei colori è piuttosto ampia e capace anche di grande sottigliezza, e il Samsung è in grado di controllare anche modelli stretti e ad alto contrasto senza alcun luccichio o blocco. Considera anche la quasi completa assenza di rumore dell’immagine anche nelle immagini più complesse e l’AU7100 si dimostra uno schermo 4K molto capace.

Non è affatto male come schermo su cui godere anche di immagini Full HD 1080p con upscaling. Ovviamente ci sono le prevedibili carenze nei livelli di dettaglio e parte della vera nitidezza della definizione dei bordi o delle sfumature del tono della pelle possono andare fuori strada, ma in generale il Samsung fa un lavoro molto decente nell’upscaling di alcuni contenuti Blu-ray 1080p . La sua facilità con la gestione del movimento, ad esempio, sembra quasi del tutto inalterata dalla quantità di lavoro che sta svolgendo.

Scendete ulteriormente, tuttavia, ad esempio su un DVD o anche su alcune repliche TV fuori onda di contenuti del 20° secolo, e l’AU7100 getta un po’ la spugna. Il rumore dell’immagine si accampa, il movimento perde molte certezze e anche la maggior parte delle sfumature nell’ombreggiatura del colore si perde. Quindi la lezione è: non guardare mai contenuti antichi sul tuo Samsung AU7100.

Sentiti libero di giocare ai giochi per console, però. La capacità di supportare ALLM è una buona notizia per i giocatori di nuova generazione e il ritardo di input è rispettabilmente basso in modalità “Gioco”, e anche tutte le cose ammirevoli sulla qualità delle immagini da fonti di qualità superiore sono presenti e corrette.

(Credito immagine: Samsung)

Recensione Samsung AU71000: qualità del suono

20 watt di potenza. Due driver a gamma completa che offrono un suono stereo. L’AU7100 non è affatto la TV con le caratteristiche peggiori per quanto riguarda l’audio, ma non è specificato per impostare alcun impulso in corsa, e nemmeno il suono che emette.

In tutta onestà, il Samsung suona ragionevolmente distinto attraverso la gamma media, quindi il dialogo è facile da seguire. Non diventa spigoloso o in alcun altro modo infelice se decidi di distribuire fino all’ultimo di quei 20 watt.

Ma in sostanza, l’AU7100 suona piatto e poco dimostrativo. Tuttavia, questo set funziona con la gamma di soundbar “Q Symphony” di Samsung, che combinano gli altoparlanti del set con quelli della soundbar per una maggiore spinta audio complessiva. Questa è probabilmente la strada da percorrere, anche se ci sono alcune ottime opzioni di budget nel nostro elenco delle migliori soundbar perfette per uno schermo più economico come questo. Abbiamo anche un elenco specifico delle migliori soundbar per TV Samsung.

Recensione Samsung AU71000: design e usabilità

Samsung ha fatto la cosa sensata con il design dell’AU7100: non c’è davvero molto. L’affermazione dell’azienda secondo cui si tratta di un “senza cornice” non richiede molto tempo per essere smentita, ma le cornici sono piacevolmente sottili e ben rifinite.

Anche i semplici piedini in plastica a forma di boomerang su cui poggia sono piacevolmente minimali (anche se sono abbastanza distanti – assicurati che la tua superficie sia abbastanza ampia da poter appoggiare la tua nuova TV).

E, um, questo è davvero tutto. L’AU7100 è ben realizzato, con materie plastiche che non si sentono apertamente a buon mercato, e con una profondità di 59 mm non è il gonfiore di altri design LCD a prezzi accessibili.

Come generalmente accade con i televisori Samsung, l’AU7100 è un modello di usabilità. Presenta una sorta di versione semi-scremata dell’interfaccia Tizen che ha avuto così tanto successo per Samsung per anni ormai, e come portale nel mondo delle funzionalità della smart TV non potrebbe essere più semplice o più logico. Se vuoi trasmettere in streaming alcuni contenuti o recuperare il ritardo con la TV, è il lavoro di un momento farlo qui.

La navigazione nell’interfaccia (o nei menu di configurazione o quello che hai) può essere ottenuta utilizzando uno dei due telecomandi forniti con il televisore. Uno è un clicker indiscutibilmente sgradevole ed economico con troppi pulsanti che sono generalmente troppo piccoli. L’altra è un’alternativa molto più carina e meno onerosa che copre solo l’essenziale e riesce a non sentirsi sgradevole mentre lo fa.

Oppure c’è sempre l’app di controllo Smart Things di Samsung, che è altrettanto stabile e completa qui come lo è stata ovunque l’abbiamo usata. E sebbene non sia disponibile una funzionalità di controllo vocale integrata, l’AU7100 può essere controllato da Amazon Alexa o Google Assistant se è necessario un altoparlante intelligente su una rete comune.

(Credito immagine: Samsung)

Recensione Samsung AU71000: verdetto

Se vuoi pagare soldi reali per una TV 4K senza essere in qualche modo fatto sentire un tirchio, Samsung ti copre con il suo AU7100. Una vasta gamma di dimensioni dello schermo, alcuni punti salienti delle specifiche molto piacevoli e alcuni aspetti davvero impressionanti delle prestazioni delle immagini 4K lo rendono un’opzione economica piuttosto interessante.

Recensione Samsung AU71000: considera anche

Hisense sta facendo una grande spinta per affermarsi come il leader per quanto riguarda i televisori 4K a prezzi accessibili, e con l’A7200G (un poco credibile £ 299 in una veste da 43 pollici) è un caso tremendamente forte . No, questa TV non è l’ultima parola in termini di qualità dell’immagine, qualità del suono o, non siamo timidi, profondità del telaio, ma è il software intelligente Roku TV è forse il più grande concorrente dell’ottimo software di Samsung e la sua qualità dell’immagine 4K è molto solido. Ecco la nostra recensione completa di Hisense A7200G.

Nell’altra direzione, se puoi passare al modello AU9000 di Samsung, anche questa è un’ottima opzione. È solo un po’ più costoso di questo, ma è la migliore qualità delle immagini che Samsung offre prima di passare ai costosi televisori QLED. Ecco la nostra recensione completa del Samsung AU9000.