RapidVPN è una piccola VPN con un set di funzionalità di base, ma una vasta gamma di piani e opzioni di prezzo.

Il sito Web afferma che offre 20 località, ma da ciò che possiamo vedere, ci sono 18: 12 negli Stati Uniti, uno in Canada e cinque in Europa (Germania, Paesi Bassi, Svezia, Svizzera, Regno Unito).

P2P è supportato, ma solo nelle sedi Svizzera e Paesi Bassi.

Il supporto del protocollo copre OpenVPN, PPTP, L2TP, SSTP e SoftEther (purtroppo non IKEv2).

  • Vuoi provare RapidVPN? Dai un’occhiata al sito Web qui

RapidVPN ha solo app per Windows e Android (l’app iOS RapidVPN è un provider diverso), sebbene la pagina di installazione abbia anche istruzioni di configurazione per iOS, Mac, Linux, router, Chromebook e altro.

Il servizio supporta fino a 4 connessioni simultanee di serie. Puoi aggiungerne altri, fino a un massimo di 99, ma è costoso con un ulteriore 40% del costo dell’abbonamento di base per connessione. Soprattutto perché aziende come GooseVPN, Surfshark e Windscribe consentono connessioni illimitate senza costi aggiuntivi.

Il supporto sembra limitato, almeno rispetto al meglio del resto. Non esiste una base di conoscenza Web o una chat dal vivo e, sebbene il sito ti indirizzi a pochi indirizzi di posta elettronica di contatto, non ci sono informazioni sul fatto che RapidVPN offra supporto 24 ore su 24, 7 giorni su 7, o per quanto tempo potresti aspettare per ottenere una risposta.

(Credito immagine: RapidVPN)

Piani e prezzi

RapidVPN potrebbe non battere la concorrenza sulle funzionalità, ma calpesta tutte le opzioni di prezzo, con più piani e scelte di chiunque altro.

Il piano Dynamic VPN è quello che probabilmente vorrai, dandoti accesso completo a tutte le 20 (-ish) posizioni RapidVPN. Ha un prezzo da $ 7,50 al mese, ma puoi anche iscriverti per due mesi (e scende a $ 6,90), tre ($ 6,17), sei mesi ($ 6,65, un aumento? Sì) o un anno ($ 4,88).

Quel prezzo mensile sembra un punto culminante – la maggior parte dei fornitori fa pagare circa $ 10- $ 12 – e anche gli abbonamenti più lunghi non sono male. Ma attenzione, c’è un costo aggiuntivo del 5-25% se si paga tramite qualcosa di diverso da WebMoney (più su quello di seguito).

Una VPN Torrent supporta solo una delle sedi svizzere o olandesi, ma prezzi significativamente più bassi – da $ 5,90 fatturati mensilmente a $ 3,58 fatturati ogni anno – potrebbero renderlo interessante, anche se non hai il minimo interesse per P2P.

L’azienda offre piani IP dedicati con indirizzi in Canada, 5 paesi europei (Germania, Paesi Bassi, Svezia, Svizzera, Regno Unito) e 12 sedi negli Stati Uniti (Filadelfia, Boston, Ashburn, Bend, Chicago, Dallas, Denver, Garden City, Las Vegas, Los Angeles, Miami, Phoenix.)

Gli IP dedicati hanno molte più probabilità di ottenere l’accesso a US Netflix o qualsiasi altro servizio di cui hai bisogno nel tuo paese di destinazione e molto meno probabilità di essere bloccati in futuro.

I prezzi variano a seconda della posizione, ma non sono mai costosi. Gli IP dedicati negli Stati Uniti hanno un prezzo mensile compreso tra $ 7,8 e $ 9,8, ad esempio, mentre le sedi europee vanno da $ 5,9 a $ 7,5 mensili e hanno tutte opzioni di abbonamento simili agli altri piani (opzioni da 1, 2, 3, 6 e 12 mesi, con sconti per affari più lunghi, quindi un IP USA dedicato di $ 9 al mese costa $ 6,66 in un anno.)

Uno schema fiduciario bonus aggiunge giorni extra se non infrangi le regole di RapidVPN (invia spam dal tuo account, usa i torrent su qualsiasi server tranne Svizzera o Paesi Bassi.) Ad esempio, se non hai violazioni alla fine di un abbonamento di 6 mesi , RapidVPN ti offre 20 giorni gratuiti.

Puoi ottenere un IP dedicato per la vita, niente di più da pagare, da $ 350 (Chicago) a $ 396 (Filadelfia) negli Stati Uniti e $ 215 (Germania) a $ 346 (Regno Unito) in Europa. I piani di una vita possono sembrare interessanti, ma devi fidarti che vorrai usarli per molto, molto tempo. Un IP dedicato a New York costa $ 69,90 per un solo anno e $ 356 sul piano di vita, quindi dovresti usarlo per più di cinque anni prima di avvicinarti a vedere qualsiasi beneficio.

Tuttavia, siamo felici di vedere RapidVPN fornire l’opzione e nel complesso la società offre prezzi ragionevoli e molta flessibilità di fatturazione.

Le opzioni di pagamento sembrano fantastiche, almeno inizialmente, con supporto per carta, PayPal, Bitcoin e altre criptovalute, Perfect Money, Web Money e altro.

Ma attenzione. Usa qualcosa di diverso da WebMoney e pagherai un costo aggiuntivo: 5% per le carte, 10% per PayPal o Perfect Money, 25% per Bitcoin, 20% per altre criptovalute.

C’è un’altra delusione nella “garanzia di rimborso di 30 giorni”, che sembra generosa, ma non si applica se hai trasferito più di 400 MB di dati. Questo ti proteggerà se scoprirai che non riesci a connetterti affatto, ma la piccola quantità di dati non è sufficiente per controllare correttamente tutte le posizioni o valutare la velocità.

Registrazione

La spiegazione di RapidVPN della sua politica di registrazione è di base e poco dettagliata. Questo è quanto riusciamo a trovare: ‘Non conserviamo alcun registro della tua attività. RapidVPN non raccoglie né condivide le tue informazioni personali né traccia le tue attività online. “

Non è altro che un’affermazione di ciò che ti aspetteresti da qualsiasi VPN: “non salviamo la cronologia di Internet”. Non dice nulla su ogni possibile registrazione delle sessioni, inclusi la registrazione dei tempi di connessione, il tuo indirizzo IP in entrata e l’IP che ti viene assegnato (forse abbastanza una traccia di controllo per collegare un’azione Internet al tuo account.)

A volte l’informativa sulla privacy di un provider contiene ulteriori informazioni, ma non qui. (La citazione sopra è stata presa dall’informativa sulla privacy di RapidVPN, quindi è dettagliata come la società otterrà.)

Qualunque cosa dica in caratteri piccoli, sappiamo dalla descrizione di RapidVPN del suo servizio che ci deve essere un po ‘di registrazione in corso. Limitare il numero di connessioni simultanee significa che l’azienda deve tenere traccia delle connessioni in entrata, ad esempio. E per applicare il limite di rimborso di “400 MB”, è necessario tenere traccia della larghezza di banda utilizzata per sessione.

Questo tipo di registrazione non è particolarmente insolito o dannoso, ma il vero problema qui è che non viene divulgato. Le VPN devono lavorare per stabilire la fiducia dei loro utenti, e questo richiede di precisare tutto ciò che stanno facendo, in dettaglio, non solo usando vaghe promesse che non dicono tutta la verità.

Iscrizione

L’acquisto di un abbonamento RapidVPN è iniziato esattamente come previsto. Abbiamo scelto un piano, una durata dell’abbonamento, abbiamo optato per il pagamento tramite PayPal e abbiamo consegnato il nostro indirizzo email.

Ma poi: una sorpresa. Una pagina “Verifica account PayPal” ha richiesto l’indirizzo email associato al nostro account PayPal, quindi ci ha detto “Controlla il tuo indirizzo email PayPal. Ti abbiamo appena inviato un’email con il nostro indirizzo PayPal “.

La società non può effettuare pagamenti direttamente tramite PayPal? I clienti devono invece attendere una fattura? Ciò potrebbe essere accettabile se acquisti online da una piccola impresa domestica gestita dalla cucina di qualcuno, ma non crea un’impressione molto professionale per nessun altro.

Rende anche il processo di registrazione più complicato. L’abbiamo capito rapidamente con il passare dei minuti senza e-mail da RapidVPN. Anche se fosse successo qualcosa e fossimo stati in grado di pagare, presumibilmente la società avrebbe dovuto riconoscere quel pagamento, quindi creare manualmente il nostro account.

Alla fine, abbiamo rinunciato all’opzione PayPal e abbiamo provato a pagare con carta. Questa volta siamo riusciti a pagare direttamente sul sito RapidVPN e un paio di minuti dopo è arrivata un’e-mail con i dettagli del nostro account. Eravamo pronti per partire.

(Credito immagine: RapidVPN)

App di Windows

L’app Windows di RapidVPN sembra un po ‘goffa, con un’interfaccia ricca di testo e una sensazione non del tutto finita.

Un piccolo esempio: quando si preme il tasto Tab, un’app dovrebbe spostare il focus in modo naturale attraverso qualsiasi controllo, ad esempio andando dall’alto verso il basso. Qui, l’app ha un ordine di tabulazione misto, quindi lo stato attivo sembra spostarsi in modo casuale.

Un altro esempio: piccole icone “informative” suggeriscono che offriranno aiuto se si passa il mouse su di esse o si fa clic su di esse, ma non fanno nulla.

Questi non sono grandi affari in sé, ma ci suggeriscono che l’app non è stata completamente testata e mantenuta, il che potrebbe significare che ci sono problemi più gravi altrove.

Non c’è nulla di sbagliato nella sua funzionalità, almeno in teoria. Le posizioni possono essere scelte manualmente o automaticamente; sei in grado di selezionare il tuo protocollo preferito (PPTP, L2TP, SSTP, OpenVPN) da un elenco; le notifiche indicano quando ci si connette o si disconnette; La protezione da perdite DNS e IPv6 è integrata e un kill switch blocca tutti gli accessi a Internet in caso di caduta della VPN.

(Va bene, c’è un problema strano: RapidVPN afferma che il suo piano di VPN dinamica supporta 20 località tra cui il Canada; il nostro elenco di posizioni aveva solo 17 posizioni e il Canada non era nell’elenco.)

(Credito immagine: RapidVPN)

Un grosso problema è apparso quando abbiamo toccato “Connetti Ora” e immediatamente abbiamo visto un messaggio di errore sul driver TAP (il driver di rete virtuale utilizzato da OpenVPN). il client non ha riconosciuto l’errore, ma si è bloccato su una finestra di dialogo “Connessione al server OpenVPN”. Questo non è scaduto e alla fine abbiamo dovuto premere Annulla per chiuderlo.

Il passaggio a L2TP ci ha reso connessi, ma il nostro browser non è stato in grado di accedere a nessun sito Web e solo pochi secondi dopo la VPN è caduta. Un pannello di registro delle connessioni riportava “Perdita di pacchetti di rete oltre il limite”, presumibilmente, questo era il motivo.

Abbiamo provato di nuovo, con lo stesso risultato. Passato a SSTP; stesso risultato. Riprovato; stesso risultato.

L’app si è finalmente connessa quando siamo passati a PPTP, ma dato che si tratta di un protocollo così insicuro, molte VPN l’hanno abbandonata del tutto, non è molta consolazione.

Si è verificato un problema con il server? RapidVPN stava selezionando automaticamente il server olandese per noi, quindi siamo passati manualmente al Regno Unito. Questa volta, siamo riusciti a connetterci con successo utilizzando L2TP.

È una notizia migliore, sebbene abbia rapidamente portato a un’altra irritazione. Una volta che l’app si connette, si riduce automaticamente a un piccolo pannello che mostra solo lo stato della connessione e si riduce a icona sulla barra delle applicazioni. È fastidioso se stai cercando di monitorare esattamente cosa sta succedendo, poiché non esiste alcuna impostazione per impedire che accada. Ogni volta che ci connettevamo, dovevamo fare doppio clic sull’icona nella barra delle applicazioni e selezionare “Apri app” per ripristinare la schermata completa dell’app.

(Credito immagine: RapidVPN)

Funzionalità sulla privacy

L’app Windows di RapidVPN afferma di avere un kill switch, ed è vero, ma non è una funzionalità di tipo firewall, a livello di sistema. È solo un kill switch dell’applicazione, il che significa che devi dire all’app quali processi vorresti che chiudesse se la VPN cade (il tuo browser, il tuo client torrent, qualunque esso sia).

Mentre questo può essere utile, è una seccatura da configurare e mantenere. Ti lascia a capire quali processi devi chiudere, per esempio (e non c’è alcuna garanzia che sarai in grado di chiuderli tutti.) Devi aggiungerli tutti all’elenco di RapidVPN e spetta a te aggiungere nuovi processi in futuro.

Un kill switch dell’applicazione è ancora meglio di nessuno. L’offerta di RapidVPN ha funzionato anche per noi, chiudendo con successo Chrome quando abbiamo abbandonato forzatamente la nostra connessione. Ma non è il modo più semplice o affidabile per proteggerti.

Ci sono state notizie migliori con la protezione dalle perdite DNS di RapidVPN. Questo è abilitato per impostazione predefinita e abbiamo scoperto che il servizio ha sostituito i nostri normali server DNS ogni volta che ci siamo connessi.

L’app si è conclusa con un errore di privacy, quando abbiamo notato che non solo ha salvato il nostro nome utente e password nel Registro di sistema, in testo normale, ma li ha anche lasciati lì quando abbiamo disinstallato, completamente esposto a ficcanaso o per la raccolta da malware.

(Credito immagine: TestMy.net)

Prestazione

RapidVPN non ha grandi pretese sulle capacità di sblocco del suo sito Web, ma la società è partita bene, con il suo server nel Regno Unito che ci ha permesso istantaneamente di accedere a BBC iPlayer.

Entrare in Netflix negli Stati Uniti è stato altrettanto facile nel nostro piano di revisione IP dinamico. (I piani IP dedicati di RapidVPN dovrebbero sbloccare ancora più siti Web e avere meno possibilità di essere bloccati successivamente.)

Per misurare le prestazioni, abbiamo utilizzato i siti di benchmarking SpeedTest e TestMy per valutare la velocità di download da Regno Unito e Stati Uniti.

I risultati nel Regno Unito variavano da 63 a 66 Mbps sulla nostra linea di test da 75 Mbps. Le migliori VPN possono raggiungere 3-4 Mb in più, ma è improbabile che tu noti alcuna differenza, e in generale il server di RapidVPN ha funzionato molto bene.

La nostra connessione negli Stati Uniti è stata gestita fino a 600 Mbps con la VPN disattivata, abbastanza da dare a RapidVPN la possibilità di mostrare quanto fosse “rapida”.

I risultati dei test sono un po ‘deludenti, con velocità mediane che vanno da 74-128 Mbps in quattro sessioni di test. (Per confronto, l’accesso a Internet privato gestito 314-453 Mbps.)

Tuttavia, non è neanche lento, e in entrambe le posizioni RapidVPN ha gestito una velocità sufficiente per gestire la maggior parte delle attività.

Verdetto finale

RapidVPN è una piccola VPN con alcuni seri problemi tecnici e nessun vero segno di alcuna competenza tecnica significativa. Non ci fideremmo del servizio con qualcosa di critico per la privacy e, sebbene possa funzionare come un sbloccatore Netflix economico per un mese o due, anche quello sembra una scommessa inutile.

  • Dai un’occhiata anche al nostro elenco completo dei migliori servizi VPN