Recensione Olympus Tough TG-6

0
13

Le fotocamere resistenti hanno ancora un posto in un mercato moderno che ha praticamente eliminato le fotocamere compatte tradizionali. Anche se il tuo smartphone è senza dubbio un po’ resistente all’acqua o impermeabile, per chi ha un debole per gli sport estremi, o vuole semplicemente la sicurezza di sbattere davvero contro una fotocamera o portarla a profondità profonde, qualcosa come l’Olympus Tough TG-6 è solo il biglietto.

Come altre fotocamere di questa classe, la Tough TG-6 è dotata di un sensore da 1/2,3 pollici (con una risoluzione di 12 megapixel) e include un’impermeabilità fino a 15 metri. Altre specifiche includono un obiettivo f/2.0, registrazione video 4K e una gamma di modalità di ripresa macro.

È una delle migliori fotocamere subacquee che si possono comprare? Continuate a leggere per scoprirlo…

(Credito immagine: Olimpo)

Recensione Olympus Tough TG-6: design e maneggevolezza

Poiché l’obiettivo principale di questa fotocamera è la sua costruzione robusta, l’estetica è una preoccupazione secondaria. Puoi acquistarlo in una colorazione completamente nera abbastanza intelligente, oppure puoi optare per la versione rossa più brillante che ha molto senso se prevedi di utilizzarlo in condizioni di scarsa visibilità, come nella neve o sott’acqua.

Un altro fattore importante nella scelta di una fotocamera robusta è la facilità d’uso, soprattutto in determinate condizioni difficili. Qui, con il TG-6, hai una buona configurazione per il funzionamento con una sola mano poiché tutti i pulsanti principali sono raggruppati sul lato destro, ma, probabilmente, sono un po’ piccoli e possono essere un po’ complicato se si utilizza la fotocamera con guanti spessi.

Un selettore di modalità consente di scegliere tra le varie modalità di scatto disponibili per la TG-6, con opzioni che includono completamente automatico, priorità di apertura e modalità Programma. Anche se è bene avere un controllo manuale qui (soprattutto perché è relativamente raro tra le fotocamere compatte resistenti), sarebbe meglio vedere una modalità completamente manuale. Tra i lati positivi, il fatto che tu possa scattare in formato raw può essere utile se devi risolvere eventuali problemi in post-produzione.

Ci sono una serie di modalità di scatto subacqueo con cui puoi anche scegliere di lavorare, rendendo il TG-6 una scelta intelligente per chiunque ami fotografare sott’acqua, come i subacquei e gli amanti dello snorkeling. L’impostazione subacquea complessiva è indicata da un’icona a forma di pesce sul selettore di modalità e da qui è possibile selezionare opzioni tra cui macro subacquee, grandangolo subacqueo, HDR subacqueo e istantanea subacquea.

(Credito immagine: Olimpo)

Recensione Olympus Tough TG-6: Caratteristiche

Le dure credenziali del TG-6 sono la sua USP. Offre impermeabilità fino a 15 metri, antipolvere, indeformabile (fino a 100 kg), antigelo fino a -10 gradi e antiappannante. Questo è un buon set completo di credenziali difficili, ma se hai bisogno di qualcosa che può andare più in profondità di 15 metri, dai un’occhiata al Panasonic FT7 che offre un’impermeabilità di 31 metri o al Nikon Coolpix W300, che offre 30 metri . Per la maggior parte degli utenti, tuttavia, 15 metri dovrebbero essere sufficienti, quindi, a meno che non ne abbiate specificamente bisogno, le altre caratteristiche del TG-6 generalmente valgono il compromesso. C’è anche la possibilità di acquistare una custodia subacquea PT-059 che aumenta le credenziali subacquee del TG-6 a 45 metri e supporta anche unità flash esterne.

Una delle caratteristiche distintive della TG-6 è il suo obiettivo di alta qualità, che offre un’apertura massima di f/2.0. Ciò è particolarmente utile quando si fotografa sott’acqua dove la luce è inferiore a quella che potrebbe essere a terra. Le capacità di messa a fuoco macro che possono essere utilizzate con le modalità macro subacquee e telescopio sono estremamente utili anche per determinati soggetti subacquei.

Vale la pena notare a questo punto che ci sono una serie di accessori subacquei che possono essere acquistati insieme al TG-6, così come la custodia subacquea. Ciò include un obiettivo fisheye (ultra grandangolare) e un moltiplicatore di focale per aggiungere una portata extra all’obiettivo zoom 4x.

Un monitor LCD da 3 pollici viene utilizzato per comporre i tuoi scatti. Non è sensibile al tocco, ma se utilizzerai principalmente questa fotocamera sott’acqua (dove la sensibilità al tocco non funzionerebbe comunque), non dovrebbe essere un grosso problema.

(Credito immagine: Olimpo)

Recensione Olympus Tough TG-6: Prestazioni

È giusto dire che la qualità dell’immagine e del video di una fotocamera come la TG-6 non ti stupirà mai di per sé, ma il semplice fatto è che può ottenere immagini e video in luoghi che altri dispositivi non possono essere preso, e se è quello che ti serve, allora le foto sono eccellenti.

In parole povere, la qualità dell’immagine è più o meno alla pari con quella che potresti trovare da uno smartphone di medio livello ragionevolmente buono, con prestazioni particolarmente buone dove la luce è buona (o ci sono fonti di luce aggiuntive). Il fatto che tu possa scattare in formato RAW ti dà un certo potenziale per la regolazione di immagini meno favorevoli in software di post-produzione come Photoshop.

Nel complesso, dalla fotocamera si ottiene una qualità dell’immagine che ha un ragionevole grado di dettaglio, colori abbastanza accurati e buone opzioni di primo piano che provengono dalle modalità macro. Perdi qualche dettaglio se esamini le immagini da vicino quando registri in condizioni di scarsa illuminazione, ma quanto lo fai potrebbe essere discutibile – ed è sicuramente una prestazione migliore rispetto ad altre fotocamere robuste sul mercato che non offrono un obiettivo con un’apertura così ampia – in particolare quelli più economici.

Sebbene il video sia altrettanto buono, ci sono action cam che probabilmente sono più adatte a chiunque si concentri principalmente sul lavoro video.

(Credito immagine: Olimpo)

Recensione Olympus Tough TG-6: Verdetto

Se stai cercando una buona fotocamera compatta a tutto tondo che vanta credenziali robuste, allora la Olympus Tough TG-6 è una scelta eccellente.

Forse vuoi qualcosa per specifiche attività subacquee, come lo snorkeling o gli sport acquatici, qualcosa che il tuo smartphone medio non può gestire – e nemmeno una reflex digitale o una fotocamera mirrorless più avanzata, almeno non senza un alloggiamento impermeabile ampio e/o costoso.

Se rientri in quest’ultimo campo e desideri qualcosa che offra un controllo manuale più ampio di quello che otterresti dalle fotocamere compatte generali, la TG-6 ti offre alcune di queste capacità, se non così estese come vorremmo. Scattare in formato RAW è un buon vantaggio, anche se per lo più inaudito in quest’area del mercato.

Probabilmente, potresti anche volere qualcosa per le vacanze e i viaggi in famiglia che possa resistere facilmente a urti e graffi, che possa essere messo in una borsa, usato intorno alla piscina e non debba preoccuparsene – va bene anche per questo genere di cose, però puoi anche ottenere cose simili con prodotti più economici se hai un budget più ristretto.

Nel complesso, sebbene l’Olympus TG-6 non produca foto e video perfetti, se sei felice di accettare il compromesso per ottenere foto in luoghi che normalmente non saresti in grado di fare, allora vale la pena investire. Se hai bisogno di qualcosa che vada più in profondità (senza custodia), prendi in considerazione anche il Panasonic FT7 e, se il tuo budget è limitato, considera il Fujifilm XP140.