LG 65NANO906 offerteVisualizza Amazon USAmazon simileNessuna informazione sui prezziControlla AmazonControlliamo oltre 130 milioni di prodotti ogni giorno per i migliori prezzi offerti da

Recensione di 30 secondi

Grazie ai loro design tipicamente instabili e ai prezzi aggressivi, negli anni i televisori LCD LG hanno trovato casa in un numero enorme di salotti. La loro insistenza sull’uso del cosiddetto tipo IPS di tecnologia dei pannelli LCD, tuttavia, ha rappresentato un ostacolo per gli LCD LG ampiamente adottati dagli acquirenti di TV che sono motivati ​​innanzitutto dalla qualità delle immagini.

Dopotutto, mentre la tecnologia IPS è eccezionale quando si tratta di supportare ampi angoli di visione, il modo in cui funziona rende più difficile controllare bene la luce. Il che a sua volta rende più difficile di quanto non sia con l’alternativa (angolo di visione stretto) tecnologia LCD VA per offrire il tipo di contrasto e i toni neri che gli appassionati di AV in genere cercano.

Con la serie LG Nano 90 e, in particolare il 65NANO906 da 65 pollici, LG ha finalmente trovato una soluzione: un intricato sistema di controllo dell’alimentazione che funziona abbastanza bene da riportare i suoi LCD sul radar TV premium.

Data di rilascio e prezzo

La LG Nano 90 Series è stata messa in vendita a metà del 2020 ed è disponibile in quattro dimensioni: 55 pollici, 65 pollici, 75 pollici e 86 pollici. Quello che stiamo recensendo qui è l’LG 65NANO906 da 65 pollici o l’LG 65NANO90 in America.

In termini di prezzi, il 55NANO90 da 55 pollici è $ 1,049 / £ 1,199; il 65NANO90 da 65 pollici è $ 1.499 / £ 1.499 e il 75NANO90 da 75 pollici è $ 2.499 / £ 2.499. Infine, negli Stati Uniti, è possibile ottenere 86NANO90 da 86 pollici per $ 3.299.

(Credito immagine: LG)

Design

LG Nano 90 Specifiche

(Credito immagine: LG)

Dimensioni dello schermo disponibili: 55 pollici, 65 pollici, 75 pollici, 86 pollici | Sintonizzatore: Freeview HD | 4K: Sì | HDR: Sì (HDR10, Dolby Vision, HLG) | Tecnologia del pannello: schermo IPS illuminato da un sistema a LED diretto con oscuramento locale | Smart TV: WebOS | Curvo: No | Dimensioni: 1456 (l) x 840 (h) x 70,5 (d) mm | 3D: No | Ingressi: quattro HDMI (due HDMI 2.1 da 40 Gbps), tre USB, sintonizzatore RF, Wi-Fi, Bluetooth, uscita audio digitale ottica

Rispetto ad alcuni dei TV LCD ultrasottili e luccicanti che LG ha prodotto negli anni, il 65NANO906 è un po ‘… normale. La sua cornice scura è stretta ma fa ben poco per nascondere quanta plastica contiene, mentre la sua parte posteriore sporge miglia per i moderni standard TV.

Siamo più che felici di ridurlo un po ‘per la sua groppa, tuttavia, dato che ospita un sistema di illuminazione a LED diretto, in cui i LED sono posizionati direttamente dietro lo schermo. Questo tipo di illuminazione offre sempre un contrasto migliore rispetto all’illuminazione laterale, ed è particolarmente importante con i TV IPS come 65NANO906.

La TV può essere posizionata su un paio di piedi dall’aspetto essenziale, ma sembra molto più bella se è appesa al muro. Nonostante la sua parte posteriore abbastanza profonda.

Le connessioni sono forti per una TV di fascia media. Dei quattro HDMI forniti, due sono in grado di gestire una larghezza di banda dati sufficiente a supportare le immagini a 10 bit 4K, 120Hz, HDR 4: 4: 4 che speriamo possano essere utili quando la PS5 e la Xbox Series X verranno lanciate entro la fine dell’anno. A questi si uniscono tre USB e un’uscita audio digitale.

(Credito immagine: LG)

Smart TV (webOS)

65NANO906 utilizza la piattaforma webOS di LG. Questo non è cambiato molto rispetto alla versione 2019. Le uniche novità sono una funzionalità sportiva che ti consente di tenere traccia dei risultati e delle partite in diretta delle tue squadre sportive preferite; l’opzione per personalizzare le notifiche che webOS ti dà; un ‘Dashboard per la casa’ meglio progettato per tracciare e controllare tutti i tuoi dispositivi connessi e in rete; e miglioramento dei sistemi di ricerca e raccomandazione.

Il cambiamento webOS più grande e sorprendente è in realtà qualcosa che il 65NANO906 ha perso: le app di recupero per le principali emittenti terrestri del Regno Unito.

Questo perché LG e Freeview Play non sono stati per qualche motivo in grado di rinnovare il loro solito contratto, lasciando LG che ha dovuto provare a ottenere BBC iPlayer, ITV Hub, All4, My5 e così via aggiunti individualmente. Qualcosa che LG sta dicendo che sta funzionando, ma senza alcun calendario confermato.

WebOS continua tuttavia a essere una delle piattaforme intelligenti più facili da usare, più personalizzabili ed economiche (in termini di proprietà dello schermo che utilizza). E a parte le app di recupero dell’emittente terrestre mancante, supporta tutte le piattaforme di streaming chiave che spereresti. Compresi Disney Plus e Apple TV Plus.

Si noti, tuttavia, che poiché LG non supporta il formato HDR10 + HDR, i servizi che portano quel sistema, come Amazon Prime, passeranno automaticamente al formato di base HDR10 di qualità inferiore quando si riproducono nel 65NANO906. Il set di LG, tuttavia, supporta sia il sistema premium Dolby Vision HDR, sia il sistema HLG preferito dalla BBC.

Prestazioni HD / SDR

Ci sono notizie contrastanti da segnalare in questa sezione. A partire dalle buone notizie, il 65NANO906 gestisce in modo superbo il colore e il contrasto della gamma dinamica standard.

A questo punto dovremmo parlare più in dettaglio delle caratteristiche principali dell’immagine del 65NANO906: in primo luogo, il suo sistema di illuminazione a LED diretto è supportato da un oscuramento locale. Questo supporta solo 32 zone controllate separatamente; quasi una taglia. In combinazione con un nuovo sistema di gestione dell’alimentazione che devia l’energia dalle parti scure dell’immagine che non ne hanno bisogno in aree luminose che, tuttavia, quelle 32 zone si dimostrano inaspettatamente efficaci. Anche se devono fare i conti con uno schermo IPS.

In altre parole, i video SDR contenenti una miscela di elementi scuri e luminosi godono di livelli di nero più profondi di quanto non avessi mai visto prima su qualsiasi TV IPS. E le luci brillanti appaiono con una retroilluminazione molto meno ovvia che ‘fiorisce’ attorno a loro di quanto avrei pensato possibile da uno schermo IPS con solo 32 zone di oscuramento.

Inoltre, le luci brillanti appaiono in genere su fondali scuri con molta luminosità; il 65NANO906 non deve oscurare drasticamente le aree luminose per tenere sotto controllo la retroilluminazione.

Un’altra caratteristica chiave del 65NANO906 è la sua tecnologia a colori Nanocell. Questo utilizza essenzialmente una serie di minuscoli punti per filtrare le lunghezze d’onda del colore indesiderate, e la purezza e la finezza del colore risultanti ricordano quanto raffinatezza e ricchezza SDR può adattarsi al suo spazio di luce e colore limitato (rispetto all’HDR). Soprattutto ora che i colori Nanocell del 65NANO906 sono ulteriormente sbloccati dai livelli di nero migliorati del set.

(Credito immagine: LG)

Il 65NANO906 è dotato del processore Alpha 7 Generation 3 di LG. Questo non è così potente – soprattutto, in realtà, quando si tratta di colore – come il processore Alpha 9 trovato nella maggior parte dei TV OLED 2020 di LG. Tuttavia, il sistema Nanocell è abbastanza buono in sé per fornire il colore SDR in modo molto efficace.

Il processore Alpha 7 Gen 3 ha meno successo nell’upscaling di sorgenti HD. Mentre mentre il processore Alpha 9 basato su AI esegue l’upscaling in modo superbo, il sistema Alpha 7 lascia sorgenti sub 4K sul 65NANO906 un po ‘morbido e rumoroso rispetto ai migliori upscaler. Soprattutto se la sorgente HD è una trasmissione digitale fortemente compressa.

Prestazioni 4K / HDR

L’arrivo dell’HDR è stato particolarmente impegnativo per gli schermi IPS, mettendo ulteriormente a dura prova i controlli di contrasto intrinseci dell’IPS. Il nuovo sistema di gestione dell’alimentazione della retroilluminazione del 65NANO906, tuttavia, trasforma davvero le fortune dell’HDR LCD di LG.

Qui abbiamo immagini HDR che sembrano luminose (in realtà più luminose rispetto all’emissione di luce di picco misurata di circa 520 nits), ma riescono anche a raggiungere livelli di nero decentemente profondi. Ancor più inaspettatamente, il 65NANO906 è in grado di mostrare i punti salienti HDR chiaro-scuro, come la luna in un cielo notturno, senza dover attenuare eccessivamente i riflessi luminosi o creare una grande, audace distrazione nuvola di grigiore attorno ad esso.

Sotto quest’ultimo aspetto, in particolare, il 65NANO906 è una rivelazione rispetto ai precedenti schermi IPS.

La luminosità, il contrasto e la gamma di colori extra associati alle sorgenti HDR ottengono ancora più valore dalla tecnologia Nanocell di LG, aiutandola a generare molta vibrazione del colore senza perdere l’impressionante sottigliezza che si è distinta tanto mentre guardava SDR.

Ci sono TV LCD concorrenti che possono andare molto più luminosi del 65NANO906. Ma saresti spinto a sostenere che le sue immagini HDR mancano di impatto e dinamismo. Questo è un altro gradito effetto collaterale, forse, del nuovo sistema di gestione dell’alimentazione di LG, poiché l’array dimming locale ottiene il massimo valore possibile dalla potenza disponibile.

Le immagini 4K native appaiono nitide e dettagliate – e l’ultima opzione di cinema Clear Motion di LG assicura che i livelli di dettaglio rimangano alti anche quando c’è molto movimento in un film di 24p. Anche se si disattiva l’elaborazione del movimento, la chiarezza del movimento della TV con le fonti dei film in 24p sembra più naturale di quanto non sia stata nel suo stato “nativo” nelle precedenti generazioni di LCD LG.

(Credito immagine: LG)

Mentre il 65NANO906 ha trasformato le fortune dei televisori LCD di LG con HDR, non supera completamente tutti i vecchi difetti. C’è, ad esempio, ancora una certa retroilluminazione visibile che fiorisce intorno a oggetti luminosi di spicco. Questo è più semplice che mai con una TV LCD IPS dimmerata localmente, ma è lì e a volte può distrarre leggermente.

Il modo in cui 65NANO906 continua a regolare la sua retroilluminazione per cercare di ottimizzare i livelli di nero può portare a una certa instabilità anche durante le scene buie. E lo schermo ha una cattiva abitudine di spegnere completamente la sua retroilluminazione durante la dissolvenza verso i neri, un processo che sicuramente aumenta i livelli di nero, ma provoca anche sfarfallio di distrazione mentre la retroilluminazione si spegne e si riaccende.

Nel complesso ci sono ancora abbastanza problemi di retroilluminazione con il 65NANO906 per darti motivo di pensare se ti ritrovi spesso a guardare la TV in una stanza buia, dove i difetti della retroilluminazione sono più evidenti.

Tuttavia, posso concludere questa sezione con un paio di aspetti positivi. Innanzitutto, le immagini HDR luminose e colorate perdono poco del loro contrasto e intensità se viste anche da un grandangolo, come promesso da IPS. In secondo luogo, in modalità Gioco il 65NANO906 soffre con solo circa 18ms di ritardo di input.

(Credito immagine: LG)

Suono

A condizione che tu usi l’impostazione AI Sound di LG, il 65NANO906 suona abbastanza bene. L’idea alla base di AI Sound è che combina il proprio processore audio surround virtuale di LG con il tipo di comprensione ravvicinata delle capacità degli altoparlanti di una TV che si ottiene solo dalle persone che le hanno effettivamente costruite. Il risultato è un palcoscenico di dimensioni e dinamiche sostanziali che ha un impatto molto più ampio e avvolgente di quanto si senta con la maggior parte dei televisori.

Le voci sono ben arrotondate e rimangono bloccate sullo schermo e gli altoparlanti possono diventare rumorosi senza diventare duri o distorti.

Nota che l’opzione AI Sound ha più dinamismo e gamma, sorprendentemente, quando ascolti le colonne sonore Dolby Atmos rispetto alla modalità Dolby Atmos predefinita.

(Credito immagine: Samsung)

Altri pannelli su cui riflettere…

Ancora disponibile al momento della stesura di questo articolo è l’LG B9 OLED – la TV OLED da 65 pollici entry level del marchio dal 2019. Dato che ha un anno, ora è solo leggermente più costosa del 65NANO906, nonostante porti gli splendidi livelli di nero e l’immacolato locale contrasto che solo OLED può (attualmente) fornire. Tieni presente, tuttavia, che lo schermo del B9 è molto riflettente della luce ambientale. Inoltre, se guardi molte cose che contengono loghi statici, potresti aver bisogno di prenderti cura delle tue abitudini di visualizzazione per evitare il potenziale per la conservazione permanente delle immagini OLED.

Un’opzione più costosa sarebbe il Samsung Q95T. Questo diventa molto più luminoso – fino a quasi 1500 nit – ma grazie al suo eccellente sistema di dimmeraggio locale gestisce anche i livelli di nero di livello OLED. Tuttavia, oscura gli oggetti luminosi piuttosto pesantemente in alcune impostazioni per mantenere quei livelli di nero.

Verdetto finale

Il 65NANO906 è di gran lunga la migliore TV LCD mai realizzata da LG. Finalmente trova il modo di migliorare in modo massiccio, se non del tutto risolto, i problemi di contrasto e retroilluminazione del display LCD di lunga durata di LG. Lo fa anche senza sacrificare i vantaggi dell’angolo di visione degli schermi LCD IPS, mettendo in evidenza i punti di forza della tecnologia a colori Nanocell di LG in un modo che non abbiamo mai potuto apprezzare prima.

  • Vuoi qualche altra opzione? Dai un’occhiata al nostro elenco dei migliori televisori e dei migliori televisori 4K