Nota dell’editore: Questa è una recensione completa di Huawei Mate 30 Pro, ma non abbiamo assegnato al telefono una valutazione a stelle a causa dei problemi di software che leggerai di seguito. Se in futuro Huawei invierà i servizi di Google al dispositivo, saremo sicuri di rivisitare la valutazione a stelle.

Nel 2018, Huawei ‘arrivato’, con il suo fantastico P20 Pro, un mago di imaging che ha sorpreso i recensori. Quindi, Mate 20 Pro ha sovraperformato praticamente in ogni modo e, infine, il P30 Pro ha sollevato il coperchio sull’imaging dello smartphone con il suo incredibile zoom.

Come molti, abbiamo pensato che Huawei fosse al limite di intoccabile; abbiamo sbagliato. Huawei non ha funzionato con Google e, a sua volta, Mate 30 Pro non funziona’Non ho accesso al Google Play Store, rendendo praticamente impossibile raccomandarlo a chiunque al di fuori della Cina. Detto questo, se ci dimentichiamo per un momento e ci concentriamo sul telefono’s specifiche, questo è chiaramente uno smartphone di alto livello.

Ha un’enorme batteria da 4.500 mAh, 8 GB di RAM, 256 GB di spazio di archiviazione, un nuovissimo chipset Kirin 990 e 6,53 pollici di schermo OLED praticamente avvolgente, il tutto racchiuso in un ricco design in vetro e metallo.

esso’s anche grassetto; Là’s nessun pulsante del volume qui e sensori avanzati nella tacca abilitano i controlli gestuali.

In un mondo di congetture, dovrebbe Huawei’s partnership con il curriculum di Google, e Huawei Mate 30 Pro ottenere l’accesso al Google Play Store ufficialmente, sarebbe eccellente. In effetti, noi’lo sto usando con i servizi Google Play trasferiti con successo da una settimana e mezza, quindi riporteremo le nostre esperienze, ma copriremo anche la realtà della vita senza Google.

(Credito immagine: Ditching)

Data e prezzo di rilascio di Huawei Mate 30 Pro

  • Disponibilità poco chiara nella maggior parte dei luoghi al di fuori della Cina
  • Costa € 1.099 (circa $ 1.200 / £ 970 / UA $ 1.700)

Non è chiaro se in questo momento sarai in grado di acquistare Huawei Mate 30 Pro ovunque oltre alla Cina.

Là’è sempre la possibilità che tu’se possibile, potrai importare il telefono’comprarlo attraverso gli sbocchi domestici, ma così com’è, ha vinto’ho servizi di Google. Non è garantito il caricamento laterale sul telefono, anche se tu’sei a tuo agio nel farlo. Ai nostri tempi con il telefono, la possibilità di eseguire il sideload non era disponibile per alcuni giorni.

Per quanto riguarda il prezzo, Huawei Mate 30 Pro è di € 1.099 (circa $ 1.200 / £ 970 / AU $ 1.700), che ti dà 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione. Questo è per la versione 4G del telefono. Huawei offre anche una variante 5G per € 1.199 (circa $ 1.300 / £ 1050 / AU $ 1.850).

Design e visualizzazione

  • Schermo OLED da 6,53 pollici 1176 x 2400
  • Il display curvo ripido sembra fantastico
  • Resistenza all’acqua e alla polvere IP68

Huawei Mate 30 Pro è grande, ma non abbastanza Galaxy Note 10 Plus grande, con il suo schermo più piccolo da 6,53 pollici. Il suo design è straordinario anche se con un vero schermo curvo da bordo a bordo che, se visto frontalmente, sembra avvolgere il telefono.

Il Mate 20 Pro pesa 198 g, rispetto ai 226 g dell’iPhone 11 Pro Max e al 196 g Samsung Galaxy Note 10 Plus. Proprio come quei telefoni, il Mate è fatto di vetro e metallo, anche se non lo fa’t presentano una finitura opaca sul retro come fanno iPhone e OnePlus 7T.

Con il Gorilla Glass 6 curvo su entrambi i lati, l’Huawei Mate 30 Pro no’Mi sento semplicemente ricco e confortevole, ha una buona dose di resistenza ai graffi, che unita alla resistenza all’acqua e alla polvere IP68 assicura che gli elementi abbiano vinto’per avere la meglio.

(Credito immagine: Ditching)

Detto questo, il telefono non funziona’t include una protezione per lo schermo preinstallata, e lì’s un sacco di vetro qui, quindi non vorremmo’ti consiglio di lasciarlo cadere presto.

L’unica porta è una USB-C alla base, lì’s nessun jack per cuffie, che irrita molti potenziali acquirenti, e lì’è anche un diffusore mono a basso consumo – non le credenziali audio ideali di un fiore all’occhiello. Detto questo, suona bene, e sulla parte superiore del telefono c’è un blaster IR – piccole misericordie eh?

(Credito immagine: Ditching)

Per quanto riguarda i pulsanti, lì’s solo uno – un pulsante di accensione. Sì, quello’s giusto, nessun bilanciere del volume; cosa stava pensando Huawei? La società ha escogitato un semplice modo incentrato sullo schermo per aumentare e ridurre il volume: tocca due volte il lato del display e scorri verso l’alto o verso il basso. Questo ha funzionato ogni volta per noi, ma puoi categoricamente’t controlla il volume quando lo schermo’s off, che è francamente un po ‘ridicolo.

Con le sue proporzioni 18,5: 9, Huawei Mate 30 Pro è un po ‘più largo dei telefoni 19.5: 9 come l’Asus ROG Phone 2, ma’è significativamente più sottile a 8,8 mm e sembra molto più simile a un tradizionale fiore all’occhiello lucidato con schizzi di ‘Domani’s tech oggi’ gettato dentro.

The Mate 30 Pro’Lo schermo OLED curvo si estende su un lato di un angolo di quasi 90 gradi, presenta una risoluzione di 1176 x 2400 pixel e supporta l’intero spazio colore DCI-P3 e HDR10.

(Credito immagine: Ditching)

Mentre non lo è’t OnePlus 7T Pro sharp, Mate 30 Pro’La densità di pixel di 409 pixel per pollice sembra ancora incredibile, appena dietro la nuova serie iPhone 11 Pro, ma migliorando l’iPhone 11.

Il telefono’s la luminosità massima è eccellente all’interno e all’esterno, anche se in condizioni di luce intensa non lo è’Arrampicarsi abbastanza in alto come il Samsung Galaxy Note 10 Plus.

Mentre gli angoli di visualizzazione sono rispettabili per uno schermo OLED, grazie all’estrema curva su entrambi i lati, la vignettatura è più evidente che su qualsiasi altro smartphone in giro. I puristi dell’integrità dell’immagine possono mettere in discussione questo fatto, ma ci sono alcune correzioni nelle impostazioni.

(Credito immagine: Ditching)

Per cominciare, è possibile personalizzare la luminosità e la temperatura del colore dello schermo e lì’s anche una modalità oscura e un display sempre attivo (AOD). Puoi anche nascondere la tacca sul Mate 30 Pro e in risposta al precedente problema di vignettatura puoi nascondere i bordi. Ciò significa che con un interruttore rapido, puoi ridurre il bordo curvo per apparire molto più sottile, paragonabile al Samsung Galaxy S10 Plus 5G.

Una cosa di cui siamo rimasti incredibilmente colpiti è stato il rifiuto del palmo / del bordo. La sensibilità al tocco del bordo si attiva quando è necessario: nei giochi, ad esempio, quando il bordo viene utilizzato come trigger L e R, ma non lo abbiamo fatto’Non ci troviamo ad innescare accidentalmente cose.

Continua a leggere alla pagina successiva.

Durata della batteria

  • La capacità di 4.500 mAh dura fino a due giorni
  • Caricabatterie SuperCharge 40W incluso
  • Ricarica wireless inversa da 27 W.

Con una batteria da 4.500 mAh, Mate 30 Pro potrebbe essere uno dei migliori smartphone in circolazione dal punto di vista energetico.

Un video HD di 90 minuti riprodotto alla massima luminosità lo ha scaricato solo del 5%’s sensazionale, in cima alla nostra classifica di punta, ma il Mate 30 Pro’s batteria alta don’Non mi fermo qui.

Innanzitutto, ricarica wireless; con velocità fino a 27W – Huawei’L’ultimo fiore all’occhiello ha tassi di ricarica più alti rispetto ad Apple’s iPhone 11 e iPhone 11 Pro funzionano quando sono collegati: si chiudono a 18W. Se vuoi collegare Mate 30 Pro a un muro, tu’Beneficerò della tecnologia SuperCharge da 40 W, che può riempirla da piano in meno di un’ora, 15 minuti.

(Credito immagine: Ditching)

All’interno delle impostazioni, ci sono funzionalità standard di risparmio energetico di Huawei che vanno oltre il normale Android. Questi includono la modalità di risparmio energetico, la modalità di risparmio energetico ultra, l’avvio delle app (in modo da poter impostare quali app si avviano automaticamente) e i dettagli sul consumo energetico.

Qui è anche possibile attivare o disattivare la modalità Performance: quando hai una batteria inutilizzata e desideri le massime prestazioni di gioco, puoi anche attivare la ricarica wireless inversa anche qui.

Non sorprende che siamo riusciti facilmente a passare un’intera giornata di intenso utilizzo con Mate 30 Pro con potenza sufficiente per andare bene nel secondo giorno. Nel frattempo, gli utenti di luce non dovrebbero’non ho molti problemi a farne 48 ore.

telecamera

  • Combo 40MP + 40MP wide / ultra-wide
  • Teleobiettivo da 8 MP 3x + quarta fotocamera ToF
  • Fotocamera selfie da 32 MP

A Huawei’s evento di lancio per il Mate 30 Pro, i 120MP cumulativi sul fronte e sul retro sono stati abbinati a promesse elevate e incredibili immagini fisse e campioni video riprodotti sullo schermo. Da allora, Apple ha lanciato l’iPhone 11 Pro, che finalmente ha una modalità notturna, e il Pixel 4 è stato trapelato in lungo e in largo.

Detto questo, Huawei promette immediatamente qualcosa che gli altri indossano’t – potenza pixel. Mentre Mate 30 Pro scatta immagini da 10 MP per impostazione predefinita, può innescare quel numero fino a una risoluzione massima di 40 MP per scatti effettuati in grande luce che potresti voler far saltare in aria.

Per la maggior parte, i vantaggi delle riprese in 10MP sono numerosi; gli scatti a bassa risoluzione hanno una migliore gamma dinamica, meno rumore e occupano meno spazio.

(Credito immagine: Ditching)

The Mate 30 Pro’L’array di fotocamere è costituito da una fotocamera da 40 MP con obiettivo f / 1.6, 27 mm caricato con stabilizzazione ottica dell’immagine (OIS). La teleobiettivo ti offre uno zoom 3x, ha una risoluzione di 8 MP e presenta un obiettivo f / 2.4 e OIS, mentre la nuova videocamera cinematografica ultra-ampia ha una risoluzione di 40 MP, una lunghezza focale di 18 mm e un’apertura f / 1.8.

Le immagini catturate in modalità automatica su più fotocamere sono cariche di impatto: i colori sono vivaci, la gamma dinamica è discreta e i dettagli sono ampi, con una messa a fuoco accurata. Huawei ha suggerito che Mate 30 Pro può mettere a fuoco fino a 2,5 cm, anche se lo abbiamo trovato più simile a 4 cm, ma nonostante ciò, dato che tutti e tre gli obiettivi sono dotati di autofocus,’s è ancora un versatile macro snapper.

La fotocamera con angolo ultra-grandangolare è in grado di catturare molti dettagli e un’impressionante gamma dinamica, sebbene in condizioni molto difficili, abbiamo notato molte frange viola, il che è un vero peccato e mette le sue ultra-larghezze saldamente dietro l’iPhone 11 Pro per le foto. Quando viene sparato, però’è ancora uno dei migliori ultra-larghi in circolazione.

(Credito immagine: Ditching)

La teleobiettivo, tuttavia, è migliorata solo da quella di Huawei P30 Pro e Oppo Reno 10x Zoom, e fa un lavoro fantastico attraverso foto e video per farti entrare in azione lontana e mantenere le cose ferme.

Dove Mate 30 Pro riesce ancora a rimanere al top è la modalità notturna. A differenza di molti altri smartphone di punta, non è così’ti costringe in una modalità diversa per scattare eccellenti immagini in condizioni di scarsa luminosità e quando si attiva la modalità notte dedicata, acquisisce una gamma dinamica irreale, anche se la precisione del colore non è’sempre perfetto.

Vale anche la pena notare, a differenza del Sony Xperia 5, ad esempio, che fa sembrare le immagini notturne come se fossero state scattate di notte, il Mate 30 Pro le illumina molto, il che potrebbe non essere per tutti’gusto s.

(Credito immagine: Ditching)

Per quanto riguarda il video, è così’Scatto fino a 4K 60 fps e con OIS su obiettivi ampi e teleobiettivi, viene tenuto insieme in modo fantastico. Il più largo ‘cinepresa’ ISN’t ultra-ampio come quelli del Mate 20 Pro o del Galaxy Note 10, ma non ha nemmeno una distorsione ultra-ampia di tipo GoPro e fa un discreto lavoro di gestione del rumore.

La qualità del video colpisce in tutte le condizioni di illuminazione e mentre non lo è’fantastico al buio grazie agli standard DSLR o mirrorless, batte gli altri smartphone a mani basse.

Là’è anche un’acquisizione al rallentatore di 7680 fps incredibilmente lenta a 720p – un eccellente trucco da festa se abbinato a una meraviglia più leggera e tecnologica in condizioni di buona illuminazione, ma nella maggior parte degli ambienti,’s in realtà troppo lento, praticamente fermando completamente il tempo.

Nel frattempo, la fotocamera frontale scatta selfie a 32MP nitidi o video a 1080p 30fps. La qualità delle foto è eccezionale e funziona bene in modalità ritratto, ma senza autofocus o acquisizione 4K, non lo è’È una fotocamera selfie versatile come quella del Samsung Galaxy S10.

Campioni della fotocamera

Immagine 1 di 9

Le riprese macro scattate in automatico sembrano impressionanti, con un primo piano nitido e molta profondità. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 2 di 9

La profondità di campo non è limitata alle riprese macro, con Mate 30 Pro in grado di creare bokeh realistici anche a distanza in modalità automatica. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 3 di 9

Modalità notturna su Mate 30 Pro. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 4 di 9

Frange viola dalla fotocamera ultra-ampia accoppiate con un’eccellente gamma dinamica. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 5 di 9

Mate 30 Pro affronta meglio i verdi quando si disattiva la modalità AI, a condizione che si preferisca un’immagine meno satura, più fedele alla vita. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 6 di 9

Nonostante le riprese a 10 MP, i dettagli sono ancora forti. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 7 di 9

Un campione di teleobiettivo 3x. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 8 di 9

Uno scatto grandangolare con l’obiettivo primario. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Immagine 9 di 9

Un’inquadratura ultra grandangolare. (Credito immagine: Ditching)

Clicca qui per vedere l’immagine a piena risoluzione

Continua a leggere alla pagina successiva.

Interfaccia e affidabilità

  • Android 10 ma senza app e servizi Google
  • Sovrapposto con EMUI 10
  • Include una pratica funzione di tracciamento oculare

Con Android 10, Huawei Mate 30 Pro è a prova di futuro quanto le cose arrivano o, almeno, avrebbe dovuto essere. Senza Google Play Store, il supporto per le app è terribile. Huawei’Nel proprio negozio, AppGallery, mancano tutte le app chiave utilizzate oggi, tra cui WhatsApp e qualsiasi app bancaria del Regno Unito, e i file di sideload sono sempre associati al rischio.

Per la maggior parte del nostro tempo con il telefono, abbiamo eseguito il sideload del Google Play Store e l’esperienza è stata, francamente, impeccabile; tuttavia, ai nostri tempi senza Play Store e Google’s altre app, è stato uno spettacolo horror. Le controparti web non sono’Come soluzioni integrate e di terze parti raramente erano intuitive per chiunque fosse abituato ai servizi Google che lavorava.

Per quanto riguarda il resto dell’interfaccia, esso’s EMUI dell’azienda 10. Rispetto a EMUI 9, Huawei’all’interfaccia utente è stata data una nuova mano di vernice, menu semplificati e, possiamo confermare, ha un aspetto migliore.

(Credito immagine: Ditching)

Le nuove funzionalità specifiche di Mate 30 Pro includono il monitoraggio oculare, che interrompe la rotazione automatica del telefono lateralmente quando si indossa’non lo voglio, assicurandomi che rimanga sincronizzato con l’orientamento degli occhi, e abbia funzionato come un sogno.

Il telefono dispone anche di due strani controlli gestuali: passa la mano sul display e fai un pugno per fare uno screenshot o scorri su e giù per scorrere.

Quello a scorrimento è totalmente inutile, ma il gesto dello screenshot ha senso, dato il fatto che Mate 30 Pro può’t prendere screenshot usando il volume tradizionale + pressioni del pulsante di accensione (dopo tutto non ha pulsanti di volume). Fortunatamente, questa funzione (pugno … colpo?) Funziona bene, ma anche un doppio tocco con una nocca per prenderne una, grazie a Huawei’s KnuckleSense, introdotto sul P8.

(Credito immagine: Ditching)

Anche lo scanner di impronte digitali sotto il display ha funzionato perfettamente e ha sbloccato rapidamente il telefono, anche se Mate 30 Pro’la funzione avanzata di sblocco facciale spesso lo batte, con i sensori caricati nella tacca che funzionano con grande efficacia e offrono una migliore sicurezza rispetto allo sblocco facciale selfie-cam standard.

Vale anche la pena notare che Mate 30 Pro funziona con Huawei’s M Pen, che supporta fino a 4096 livelli di sensibilità alla pressione. Questo è utile se avessi intenzione di prenderne uno comunque, tuttavia, la M Pen viene venduta separatamente e non lo è’ma anche integrato nell’interfaccia utente come Samsung’s S Pen è, quindi no’Basti per allontanare un tossicodipendente dal Galaxy Note 10 Plus.

Prestazioni e specifiche

  • Chipset Kirin 990 di fascia alta
  • 8 GB di RAM e 256 GB di spazio di archiviazione

(Credito immagine: Ditching)

Con un chipset Kirin 990 7nm combinato con 8 GB di RAM, Huawei Mate 30 Pro offre prestazioni stellari, soprattutto quando si tratta di giochi.

I core GPU aggiuntivi significano che rilascia meno frame rispetto a Huawei P30 Pro e EMUI 10’La modalità di gioco rivista sfrutta appieno Mate 30 Pro’s schermo curvo, con trigger L e R attivabili.

Questi appaiono nella parte superiore sinistra e destra del display curvo quando si gioca con l’orientamento orizzontale, e sono rimappabili e reattivi, aggiungendo valore oltre il design va-va-voom al Mate 30 Pro’s mega-curve.

Il telefono’s 256 GB di spazio di archiviazione è anche ampio, sebbene’è anche esattamente ciò che noi’mi aspettavo dato il suo prezzo, e lì’s uno slot per schede di memoria nano per completarlo.

Continua a leggere alla pagina successiva.

Verdetto

Huawei Mate 30 Pro è una vittima delle circostanze e un telefono agrodolce da rivedere: eccellente, ma con un difetto fatale. È n’t perfetto – ci manca il bilanciere del volume, ma tutto il resto è quantomeno eccezionale e le sue capacità di fotografia in condizioni di scarsa illuminazione sono stellari per un telefono.

Detto questo’è anche praticamente impossibile raccomandarlo a chiunque viva in una regione del Google Play Store come il Regno Unito o l’Australia.

esso’inoltre non è economico a € 1.099 (circa $ 1.200 / £ 970 / AU $ 1.700), il che rende il fatto che manchi una parte fondamentale di qualsiasi smartphone – un’esperienza app competente – impossibile da superare.

(Credito immagine: Ditching)

Chi’s questo per?

Entusiasti che indossano’tieni presente che le app di sideload e Google odiatori potrebbero andare d’accordo con Mate 30 Pro. Se tu’sei pronto a investire in esso, quindi ti ricompenserà con una delle migliori fotocamere per smartphone conosciute dall’uomo, un design straordinario e una batteria incredibilmente duratura.

Dovresti comprarlo?

Probabilmente no, purtroppo; almeno fino a quando l’accesso al Play Store non viene ripristinato sul telefono, se mai lo è.

Mate 30 Pro è un’opzione costosa per gli appassionati seri con un bel po ‘di soldi da risparmiare. Ma se tu’stai cercando un telefono privo di Google, tuttavia, nessun altro telefono Android libero dal grande G’s l’occhio che tutto vede può reggere il confronto con un movimento lento a 7680 fps.

Prima recensione: ottobre 2019

concorrenza

Esistono numerose alternative forti a Huawei Mate 30 Pro: quelle senza problemi software di questo telefono. Di seguito troverai tre dei principali.

Huawei P30 Pro

(Credito immagine: Ditching)

Huawei’Il P30 Pro è ancora un fantastico telefono cellulare con fotocamera a sei mesi dal suo lancio, con uno zoom ottico più potente di quello del Mate 30 Pro e la maggior parte delle stesse caratteristiche principali: ricarica wireless inversa, tecnologia SuperCharge 40W e durata della batteria eccellente.

esso’è anche significativamente più conveniente e con il supporto Play Store garantito da Huawei’è impostato per offrire una fantastica esperienza app dove Mate 30 Pro è attualmente in grado di’t.

Leggi il nostro completo Recensione Huawei P30 Pro

iPhone 11 Pro max

(Credito immagine: Ditching)

Per chiunque stia pensando al Mate 30 Pro per il fatto che non lo fa’corri con Google’s servizi su di esso, l’iPhone 11 Pro Max è una valida alternativa con lo stesso tipo di configurazione della fotocamera: ampia, ultra larga e teleobiettivo.

Eseguendo iOS, offre un ecosistema premium, sebbene chiuso, ma supporto per app su Apple’s la gamma iOS è eccezionale.

Leggi il nostro completo Recensione iPhone 11 Pro Max

Samsung Galaxy Note 10 Plus

(Credito immagine: Ditching)

Il Samsung Galaxy Note 10 Plus è sia migliore che peggiore del Mate 30 Pro. Ha un migliore input penna, un display migliore e quello ovvio: accesso al Play Store. Detto questo, Mate 30 Pro offre migliori capacità di imaging, in particolare di notte, per non parlare delle migliori velocità di ricarica e della durata della batteria.

Leggi il nostro completo Recensione Samsung Galaxy Note 10 Plus