I produttori di PC Gaming dovranno intensificare il loro gioco, poiché SteelSeries dimostra per la terza volta in meno di un anno che sa come realizzare un mouse da gioco quasi imbattibile.

A $ 59 (circa £ 45, AU $ 70), SteelSeries Rival 310 è il partner a prezzo medio del Sensei 310 allo stesso prezzo. Questi due si siedono sotto il Rival 600 di fascia alta a 79 $ o 79 £ (circa AU $ 100).

Al momento della stesura di questo articolo, SteelSeries Sensei 310 e Rival 600 si posizionano ai primi posti delle nostre classifiche per i migliori mouse da gioco.

Immagine 1 di 5

Immagine 2 di 5

Immagine 3 di 5

Immagine 4 di 5

Immagine 5 di 5

Design

Il Rival 310 ha un design semplice e pulito.

La plastica nera opaca copre gran parte del mouse, con un silicone grigio utilizzato per le impugnature laterali e la rotella di scorrimento.

La costruzione è solida.

Gli unici aspetti facilmente discutibili che sospettiamo sono i pulsanti principali del mouse, in cui un divario considerevole nella parte anteriore lascia un po ‘troppo spazio perché qualcosa si inceppi e spenga i pulsanti (anche se scommettiamo che possono semplicemente tornare indietro

Nella nostra mano, il Rival 310 si sente un po ‘troppo piccolo per una presa corretta del palmo, mentre i nostri polpastrelli si estendono oltre la parte anteriore del mouse.

Fortunatamente, indipendentemente dallo stile di presa, il rivestimento in silicone è un aiuto fantastico.

Il Rival 310 è un po ‘leggero, pesa solo 88,3 grammi.

Prestazione

Avevamo un paio di settimane di distanza dai giochi seri prima di testare il Rival 310, quindi non eravamo sicuri di come sarebbero andate le cose, ma l’incredibile tracciabilità di questo mouse ci ha reso facile riprenderci in alcuni dei giochi più competitivi.

Possiamo solo dire che Rival 310 offre su ogni aspetto della performance.

In termini di specifiche raw, Rival 310 vanta fino a 12.000 conteggi per pollice (CPI), precisione a velocità superiori a 350 pollici al secondo e fino a 50G di accelerazione e una frequenza di polling di 1 ms.

E, naturalmente, l’esperienza di gioco è davvero ciò che conta.

In ogni partita che utilizziamo con il Rival 310, possiamo percepire la coerenza dei nostri movimenti del mouse.

La nostra unica lamentela riguardo le prestazioni è piccola, e questo è l’interruttore CPI che può passare solo tra due impostazioni e non c’è alcun indicatore di ciò che è selezionato.

Non abbiamo suonato molto R6 Siege, Overwatch o CS: GO di recente, ma quali giochi migliori per testare il sensore TrueMove 3.

Ovunque, ci sentiamo come se i nostri spettacoli stessero funzionando alla grande, e solo ostacolati dalle nostre stesse mancanze.

Partendo per alcune partite di piazzamento competitive in Overwatch, e non per respingere l’impegno dei nostri compagni di squadra, siamo una seria minaccia che gioca DPS.

Verdetto finale

Rival 310 è il mouse perfetto?

Possiamo pensare a pochissimi motivi per non scegliere il Rival 310. Due di questi motivi sono Rival 600 e Sensei 310, e questa selezione si riduce al prezzo e alle preferenze personali.

Con Rival 310, Sensei 310 e Rival 600, SteelSeries continua a dimostrare che sta creando i migliori mouse per i prezzi migliori.