Philips OLED+907 Review: TV Superstar

Negli ultimi anni, Philips è tornato in discussione per quanto riguarda il mercato televisivo. Al giorno d’oggi ha un’offerta pienamente competitiva ad ogni prezzo, e grazie ad alcune tecnologie intelligenti e partenariati più esigenti è in grado di dare ai suoi televisori evidenti punti di differenza in un mercato che generalmente sembrano schiavizzarsi alla somiglianza. La gamma OLED+907 è l’esempio del 2022 della determinazione dell’azienda di guidare nei migliori televisori, ma non tanto dalla parte anteriore quanto da un passo a lato. Ma è un approccio potente che offre con aplomb …

Philips OLED+907: prezzo e disponibilità

Il Philips OLED+907 è in vendita ora e nel Regno Unito il modello da 55 pollici costa £ 1999, anche se non sarebbe la prima TV OLED a godere di un calo del prezzo non molto tempo dopo il lancio. Philips non sta attualmente vendendo i suoi televisori negli Stati Uniti e ci sono stati un sacco di “umming” e “ahhing” dalla società madre TP Vision sul fatto che l’OLED+907 debba essere reso disponibile anche in Australia. Usando i tassi di cambio come nostra guida, il 55oled+907 costerà circa $ 3599 AUD qualora TP Vision decidesse di fare la cosa decente.

Questo tipo di denaro si sta avvicinando all’area “Premium” del mercato OLED in questi giorni. E l’OLED+907- disponibile anche in dimensioni da 48 e 65 pollici, il prezzo attuale di ogni pannello mostrato nel widget di shopping di seguito- troverà concorrenza da artisti del calibro di LG, Panasonic e Sony ad ogni turno (nonché da Samsung con i suoi modelli QD OLED “completamente diversi da OLED, onesti”). Non per la prima volta, però, Philips ha un trucco o due di valore aggiunto nella manica …

Philips OLED+907 Recensione: Funzionalità e novità?

(Credito immagine: futuro)

Dei più grandi marchi TV in circolazione, solo Panasonic e Philips sono pronti ad agire come adulti per quanto riguarda la compatibilità ad alta gamma dinamica (HDR). Quindi OLED+ 907 – che è uno schermo di risoluzione 4K, per evitare qualsiasi dubbio – è compatibile con ogni standard HDR principale, con HLG, HDR10+ Adaptive e Dolby Vision le inclusioni più degne di nota. In termini semplici: non ci sono contenuti assistiti da HDR attualmente disponibili che non saranno sfruttati al massimo da OLED+907.

La qualità dell’immagine che finisci per sedersi di fronte è governata dal motore di elaborazione delle immagini Philips P5. Qui gode di un elemento di intelligenza artificiale, il che significa che è sempre l’apprendimento e (in teoria, almeno) migliorando le sue risposte. In combinazione con una serie di preset di immagini, tra cui IMAX potenziata e la modalità regista sempre resistente, OLED+907 sta lavorando duramente per offrirti una qualità ottimale dell’immagine.

In termini di salire a bordo in primo luogo, c’è un numero prevedibilmente esteso di opzioni. Oltre a tutto ciò che la sua interfaccia Smart TV ha da offrire, i Philips dispone di quattro input HDMI (due dei quali sono a tutto campo HDMI 2.1 standard e uno che ha compatibilità EARC), una presa Ethernet, tre slot USB e slot USB e Post vincolanti per sintonizzatori TV terrestri e satellitari. La connettività wireless funziona in Wi-Fi a doppia banda e Bluetooth 5.0, e ci sono output fisici per un subwoofer insieme a una presa ottica digitale.

(Credito immagine: futuro)

Finora, così abbastanza pari al corso. Ma l’OLED+907 presenta la prossima generazione di eccellenti caratteristiche di Ambilight di Philips, che scorre in luce oltre lo schermo usando LED posteriori che si adattano all’immagine in tempo reale. Qui Ambilight è sui tre lati della parte posteriore dello schermo, ed è altrettanto utile in questa applicazione come in l’altra. Non esiste un modo più facile o più convincente per far sembrare la tua TV più grande di quanto non sia, e più rilassante da guardare di quanto non sarebbe altrimenti … e solo Philips può offrirti questa funzione.

È solo Philips che è stato abbastanza lungimirante da collaborare anche con una società con la credibilità di Bowers & Wilkins. Per l’OLED+907 l’altoparlante del Regno Unito Savant ha sviluppato un sistema audio a 3,1 canali per cercare di mettere in linea la potenza audio della TV con la sua qualità dell’immagine. Alcuni di questi sono esposti sulla parte posteriore del telaio, il resto è nascosto dietro il blocco soundbar di tessuto acustico che corre lungo la parte inferiore dello schermo. È compatibile con Dolby Atmos (per quanto riguarda le colonne sonore di Dolby Atmos, non che sta cercando minimamente di offrire un’impressione di audio spaziale) e gode di un totale di 80 watt di potere. Di ciò, circa 30 watt sono presi dal “subwoofer” montato sul retro, mentre i restanti conducenti rivolti in avanti ottengono qualcosa come 8,5 watt ciascuno. L’idea è che (per una volta) non finiremo la nostra discussione sulla qualità del suono di una TV suggerendo che dovresti budget per una delle migliori soundbar.

L’OLED+907 è, come gran parte dell’attuale gamma Philips di elettronica audio/video, compatibile con DTS Play-Fi. Quindi la tua nuova TV può facilmente unirsi come parte di un più ampio sistema audio multi-room, nonché far parte di un sistema di cinema domestico multicanale.

Philips OLED+907 Review: Performance

(Credito immagine: futuro)

Potremmo anche arrivare qui. Il Philips OLED+907 è una televisione impressionante e capace, sotto ogni aspetto e in ogni circostanza. Non importa se si nutre di alcuni contenuti HDR 4K da un disco Blu-ray UHD, chiedi di migliorare un po ‘di TV a trasmissione Full HD o cose davvero Lo-Res da un servizio di streaming “retrò” o collegare una console di giochi di generazione corrente , ne trarne il meglio (e il suo “migliore” è davvero molto buono).

È una storia simile anche per quanto riguarda il suono: l’OLED+907 sembra molto più grande e meglio definito di praticamente qualsiasi altra TV che tu abbia mai sentito (anche se la Panasonic LZ2000 gli darà una corsa per i suoi soldi).

Probabilmente è meglio affrontare alcuni dettagli. Prima di tutto, il pannello “Royal” OLED, che è lo sviluppo più recente di LG e mira ad aumentare considerevolmente la luminosità della tecnologia, rende visibile la sua presenza fin dall’inizio. Non mancano dettagli e variazioni nei toni bianchi che Philips possono generare, ma sono un po ‘più luminosi di quanto probabilmente sia abituato da una TV OLED.

(Credito immagine: futuro)

Imposta lo schermo in modo inesigibile e/o scegli uno dei preset di immagini più vibranti e più vibranti e i toni bianchi si sbiancheranno in uniformità, ma nella maggior parte dei casi l’OLED+907 è impressionante in questo senso. E dato che è in grado di consegnare quei toni neri profondi e dettagliati con oled, ne consegue che i contrasti sono ampi e belli.

Il resto della tavolozza dei colori è ugualmente ben giudicato, con un buon equilibrio bloccato tra “vivido” e “naturalistico”. I Philips sono attenti anche alla variazione più sottile nell’ombra o nel tono e il risultato è fiducioso, convincente che non sembra mai troppo guidato o artificiale.

Il movimento è controllato con l’autorità, i bordi sono disegnati con la garanzia e la profondità di campo è considerevole. Con il rumore del contenuto 4K, semplicemente non è un problema, e anche quando l’OLED+907 viene chiesto di migliorare un contenuto HD completo, tutto ciò che abbiamo già detto rimane ampiamente vero. I Philips non possono prevenire un po ‘di lieve frammentazione che si insinua in trame o schemi complessi, ma non perde nessuna delle sue positività per quanto riguarda il movimento. Devi davvero dimettersi, in termini di risoluzione, per provocare questa TV – e anche allora il drop -off in dettaglio, e l’aumento del rumore e della morbidezza, non è così pronunciato come lo è in alcuni dei 907 più ovvi I migliori rivali TV OLED.

(Credito immagine: futuro)

Passa a una console di giochi di corrente che è agganciata a una delle coppie di input HDMI 2.1 e la buona notizia continua a venire. I compromessi richiesti dalla modalità “HDR Game” sono lievi e consentono ai Philips di ottenere il suo ritardo di input a meno di 20 ms – e gli stessi colori brillanti, la padronanza dell’illuminazione e il contrasto e il controllo del movimento solido sono tutti in evidenza in evidenza .

Molte aziende trattano il suono che i loro televisori emettono come un ripensamento, ma non è così che Philips rotola. La sua partnership con Bowers & Wilkins è adeguatamente stabilita ora, e mentre il sistema da 80 watt a channel a 3,1 canali montato sull’OLED+907 non rappresenta il punto alto di questa collaborazione, rende questa TV più bello che piuttosto carina Molto ogni alternativa comparabile ai prezzi. Il basso è rispettabilmente profondo e adeguatamente controllato, con molti dettagli materici e tonali disponibili e il resto della gamma di frequenza è ben separato, in modo convincente messo in scena e tonalmente convincente. La fascia media è particolarmente divertente, grazie al modo in cui progetta il dialogo e consente a un po ‘di spazio per esprimere correttamente il discorso. Per una volta, ecco una recensione televisiva che non include la frase cut’n’n’n’past “Non dimenticare di budget per una soundbar”.

Philips OLED+907 Recensione: design e usabilità

(Credito immagine: futuro)

L’OLED+907 riesce a realizzare il facile trucco di non essere leggermente distinti. Ogni nuova TV sembra praticamente uguale a ogni altra nuova TV, ovviamente – e certamente con le sue cornici sottili e lo stand del piedistallo centrale, questo Philips è tutt’altro che unico. Ma la sottile striscia di stoffa acustica grigia sotto la parte inferiore dello schermo distingue l’OLED+907 almeno un po ‘.

Quella posizione, che porta sia i nomi di marca “Philips” che “Bowers & Wilkins”, lascia che lo schermo si gira in una certa distanza – più o meno 15 gradi, in effetti. Potrebbe non sembrare molto, ma per quanto riguarda Philips, questa è una svolta. “Non dover spostare fisicamente l’intera TV” per cambiare l’angolo di visualizzazione è un anticipo preciso sui precedenti TV Philips.

Per gli attuali standard OLED, c’è una vera area di estrema magratura verso la parte superiore dello schermo quando viene visto di profilo. Sotto lì, ovviamente, tutto diventa un po ‘più prosaico: dopo tutto deve essere tenuto da qualche parte. E inoltre, Philips può indicare l’aspetto di un ambiente a tre lati per spiegare una parte della profondità di 69 mm dell’OLED+907.

C’è una piccola differenziazione del marchio nel modo in cui Philips consente all’utente di controllare anche l’OLED+907. Praticamente ogni produttore rivale spedisce i televisori che costano questo tipo di denaro con un paio di piccoli telefoni telecomandati, uno per le funzioni principali e uno per tutto – ma Philips fornisce solo un controllo. È grande, sì, ma è logicamente disposto e abbastanza semplice da usare – ed è sostenuto in pelle di Muirhead sostenibile, quindi sembra entrambi e si sente di un livello o due sopra il solito.

(Credito immagine: futuro)

Il telecomando ti mette in contatto con menu di configurazione che sono in genere Philips. Questo per dire che sono notevolmente estesi, approfonditi e non particolarmente amiche può rispondere. Ad ogni modo, non immaginare di poter prendere il tuo nuovo OLED+907 dalla sua confezione, collegarlo e aspettarti che sembri meglio. Ci sono cantieri difficili da percorrere se vuoi massimizzare il tuo investimento.

Anche il controllo vocale è disponibile. Quel grande telefono ha spazio per un pulsante “microfono”, e da lì è facile convincere Google Assistant a fare le tue offerte. I Philips lavorano anche con Alexa, quindi quelli con un altoparlante intelligente abilitato Alexa su una rete comune possono anche urlare gli ordini.

L’OLED+907 utilizza Android TV (V11) come interfaccia intelligente. È un po ‘invadente, Android TV, che fa un po’ di raccomandazioni fatuose, ma non si può discutere con la portata della sua offerta di servizi di recupero e streaming. I più grandi hitrs (Amazon Prime Video, Apple TV, Disney+, Netflix) sono tutti qui e tutti nelle versioni di migliore qualità di se stessi. E tra Freeview Play, Iplayer, All4 e tutto il resto, non dovresti mai perdere la trasmissione di un momento.

Philips OLED+907 Recensione: Verdetto

(Credito immagine: futuro)

Anche se non è divertente da configurare, una volta che vedi la luce alla fine di quel particolare tunnel, Philips OLED+907 è un modo indolore e avvincente per godersi sia il suono che la visione.

No, inizialmente non sembra alcun tipo di affare sulla carta, ma una volta che ti rendi conto che non c’è bisogno di ulteriori spese in una soundbar, il Philips OLED+907 è in realtà un valore notevolmente buono. Soprattutto dato quanto sia spettacolare la qualità dell’immagine – e adoriamo anche la caratteristica ambientale.

In effetti, non esiste un ovvio aspetto negativo dei Philips OLED+907. Questa è una delle superstar TV del 2022.

Considera anche

La versione da 55 pollici della TV OLED C2 di LG è un po ‘più conveniente rispetto ai 55ED+907, ma non dà nulla per quanto riguarda la qualità dell’immagine – e, in effetti, è un monitor di gioco ancora più efficiente dei Philips. Il suo suono non si avvicina alla qualità del 907, naturalmente, e si fa a meno della straordinaria funzionalità di ambiligione – ma per quanto riguarda le noci e i bulloni.

DAS Keyboard 6 Recensione professionale: ottimo per i giochi, la produttività e altro ancora

Se sei sul mercato per una delle migliori tastiere che puoi acquistare in questo momento, è probabile che il professionista della tastiera DAS...

Recensione di Sony A95K: una nuova era per OLED

Nonostante la nuova svolta a punto quantico sulla tecnologia OLED sviluppata da Samsung, in realtà è stata la Sony che ha annunciato per...

Philips OLED 807 Review: Trip the Ambilight Fantastic

Philips è stato in una striscia calda con i suoi migliori televisori OLED da anni ormai, con i suoi modelli di 8 serie...

Recensione Samsung HW-Q800B: un’eccellente soundbar di fascia alta e sub combinato

Il Samsung HW-Q800B si trova verso la parte superiore della gamma soundbar del marchio, offrendo molte delle funzionalità trovate sul modello di punta...