GoPro non ha avuto il tempo più facile di tardi, ma la compagnia si è formata e ora sembra che sia sulla buona strada per tornare dove vuole essere.

Il triplice attacco al mercato delle action camme ha permesso di offrire un Hero per tutti, sia dopo qualcosa di relativamente semplice, decisamente realizzato, o qualcosa di intermedio. E con il suo nuovo modello di punta Hero7 Black, fornisce una spinta significativa alla tecnologia di stabilizzazione video della fotocamera, probabilmente una delle caratteristiche più importanti.

Caratteristiche

  • Video 4K a 60p
  • Stabilizzazione HyperSmooth
  • Diretta streaming

Mentre alcuni potrebbero essere delusi dal sapere che molte delle specifiche principali sono essenzialmente copiate in carbonio da Hero6 Black, il pensiero di GoPro per questo nuovo modello è chiaramente meno sull’aumento dei frame rate e sull’imballaggio di più pixel, e su come migliorare l’esperienza effettiva dell’uso del dispositivo.

Ciò significa che la fotocamera incorpora ancora lo stesso sensore da 12 MP e lo stesso obiettivo grandangolare, ad esempio, e anche le specifiche video superiori di 4K a 60 fps e Full HD a un massimo di 240 fps per filmati con rallentamento di 8x sono invariate. La miriade di addolcitori aggiuntivi, tuttavia, rende questa fotocamera molto più potente di prima.

HyperSmooth

Il più significativo di questi è HyperSmooth, una forma di stabilizzazione video che GoPro classifica come equivalente all’utilizzo di un giunto cardanico. Una combinazione di hardware e software, piuttosto che semplicemente un sistema di stabilizzazione ottica aggiornato, questo è stato sviluppato in risposta al feedback degli utenti – anzi, questa era apparentemente la richiesta numero uno – e presenta un chiaro vantaggio per chiunque possa trovare l’utilizzo di un giunto cardanico per il loro brivido scelto è scomodo.

GoPro non teme le sue capacità, arrivando a sostenere che è il miglior sistema di stabilizzazione video in-camera non solo di qualsiasi action camera, ma di qualunque telecamera. Oltre a ciò, i mezzi della sua operazione non hanno alcuna penalità aggiuntiva sulla durata della batteria.

HyperSmooth può essere utilizzato anche quando si acquisiscono filmati a 60 fps alla massima risoluzione

A differenza di Hero6 Black, che consente di applicare la stabilizzazione regolare a 30 fps solo quando si scatta in 4K, HyperSmooth può essere utilizzato anche quando si riprendono filmati a 60 fps a piena risoluzione (anche se non a 4: 3). L’unica altra volta che non si può fare appello è quando si acquisiscono filmati Full HD a 240fps e 120fps, anche se la stabilizzazione standard standard è disponibile a quest’ultima frequenza di fotogrammi.

Il video TimeWarp è un’ulteriore nuova funzionalità, che combina l’idea del normale scatto fotogramma per fotogramma (che puoi ancora fare separatamente) con HyperSmooth – in sostanza, un hyperlapse stabilizzato. In sostanza, ti permette di catturare filmati time-lapse con la libertà di spostare la fotocamera in ogni momento. Proprio così: filmati time-lapse senza treppiede e qualunque movimento tu voglia.

Le prestazioni audio sono state rinnovate anche su Hero7 Black

Voice Control è ancora una volta a portata di mano, riconoscendo 12 comandi separati come “GoPro scattare una foto” e “GoPro avvia la registrazione video”, che, tra loro, coprono tutte le attività principali.

Le prestazioni audio sono state rinnovate anche su Hero7 Black. GoPro ha ampliato la gamma dinamica, fornendo toni bassi più naturali e medi più brillanti, e ha anche ridisegnato la membrana del microfono per eliminare le vibrazioni che potrebbero essere rilevate, garantendo nel contempo che possa catturare suoni più sottili di prima.

Più facile scattare foto

Un’altra nuova opzione è SuperPhoto, qualcosa di simile a un’opzione auto intelligente per la scena su una fotocamera più convenzionale, che automatizza una manciata di utili funzioni che potresti non pensare di abilitare durante l’acquisizione di foto.

Quindi, invece di chiamare HDR quando si riprendono scene con un’ampia gamma dinamica, lo farà per te, se lo desideri. Allo stesso modo, distribuirà la riduzione del rumore a più fotogrammi per scene con poca luce, se ne sente la necessità.

Per il beneficio di coloro che fare vuoi intervenire e diventare creativo, ProTune ti darà la libertà di regolare cose come compensazione dell’esposizione, bilanciamento del bianco, gamma ISO, nitidezza e così via. È possibile acquisire immagini non elaborate oltre ai file JPEG e scattare anche raffiche di immagini a un massimo di 30 fps, comunicando alla fotocamera il numero di immagini per la durata della durata desiderata.

GoPro Hero7 Black diventa anche il primo modello di Hero con la capacità di streaming live direttamente all’interno di esso. Funziona con Facebook in questo momento, ma è impostato per funzionare a breve con YouTube e altri canali.

Costruisci qualità e maneggevolezza

  • Design simile a HERO6
  • Impermeabile fino a 10 m / 33 piedi
  • Interfaccia utente migliorata con orientamento verticale

La GoPro Hero7 Black offre lo stesso tipo di corpo robusto e in gran parte gommato come Hero6 Black, anche se i lati dei dispositivi ora sono altrettanto morbidi della parte anteriore, piuttosto che increspati. Ciò significa anche che il precedente look bicolore è ora scomparso, ma probabilmente avrai la GoPro in un caso di qualche tipo, quindi questo fa davvero poca differenza in uso.

La qualità di costruzione è solida quanto l’Hero6 Black. Le due porte degli scomparti batteria / scheda e USB / HDMI possono essere un po ‘scomode da aprire, anche se il design è necessario per garantire l’impermeabilità. Senza una custodia, la fotocamera può viaggiare a 10m / 33ft in modo sicuro sott’acqua (proprio come prima), sebbene tu possa andare ancora più in profondità con il Super Suit opzionale.

Una piccola cornice di plastica che avvolge la GoPro Hero7 Black e le clip in posizione è fornita di serie e può essere montata su un supporto adesivo per mantenere la fotocamera in posizione, oltre a molti altri supporti per elmetti, manubri e altro. È probabile che i primi utenti siano cauti e trovino un po ‘di questi in maniera leggera, poiché tutto è necessariamente stretto in modo che rimanga al suo posto quando lo si utilizza nelle condizioni previste, ma presto ci si abitua a quanto c’è bisogno di stare con esso.

Immagine 1 di 4

Immagine 2 di 4

Immagine 3 di 4

Immagine 4 di 4

Accendi Hero7 Black e puoi vedere quanta GoPro ha cambiato le cose. L’interfaccia utente è stata aggiornata, con informazioni chiave come il frame rate corrente e la risoluzione condensati in uno spazio più piccolo, e icone verdi per mostrare la durata della batteria e lo spazio rimanente delle carte ora più facile da vedere rispetto a quelli bianchi più recenti.

È anche più smartphone come in operazione, con semplici scorrimenti direzionali per accedere a diverse modalità, filmati / immagini catturati e altro ancora. Puoi sempre alternare le varie modalità di scatto con una semplice pressione del pulsante Modalità sul lato, ma puoi anche scorrere per fare lo stesso.

L’interfaccia utente ora si adatta anche all’orientamento verticale quando la fotocamera è posizionata in questo modo, il che rende più semplice il suo funzionamento. Puoi disabilitarlo se pensi che questo sia più fastidioso di un aiuto, ma non sembra essere così sensibile da giustificare che l’utente medio debba farlo.

L’interfaccia utente ora si regola con l’orientamento verticale quando si ruota la fotocamera

Il touchscreen ha le stesse dimensioni da 2 pollici di prima, e nel complesso è generalmente reattivo, ma a volte non risponde al tocco, e su uno schermo così piccolo può essere fastidioso dover eseguire la stessa funzione alcune volte.

I comandi vocali sono in gran parte invariati rispetto a prima, anche se ora puoi dire “GoPro Capture” e la fotocamera inizierà a registrare o scattare una foto, a seconda della modalità in cui ti trovi. Risponderà anche a te dicendo “Era malato” con un Hi-light, ma se non sei un adolescente, puoi semplicemente dire GoPro Hi-light ‘per eseguire la stessa azione. O, come capita, “oh merda”.

La fotocamera generalmente risponde bene a una serie di comandi vocali, anche se probabilmente si può immaginare che non è affidabile al 100%, e talvolta è necessario ripetere alcune volte. Sarebbe anche bello aggiungere i propri comandi, che è un’area in cui possiamo vedere questo evolversi, sebbene quasi tutte le funzioni chiave siano già trattate.

  • La migliore action camera: 10 telecamere per la generazione GoPro