Affinché un’azienda possa avere successo, dovrà fare affidamento su una comunicazione efficace, e con questo in mente G Suite include una varietà di strumenti di Google Hangouts inclusi: la tradizionale casella di chat di Gmail e le varianti di Hangouts progettate per competere più direttamente con allentato e Skype.

Questi due nuovi strumenti sono Hangouts Meet per videochiamate e Hangouts Chat per discussioni di gruppo. Mentre le varie app e servizi di messaggistica di Google rimangono un disastro confuso in termini di quale dovrebbe essere la strategia complessiva, Hangouts rimane la migliore app di chat mai realizzata da Google e, dal momento del rilancio dei messaggi Android, sembra essere una di quelle sarà principalmente spinto verso gli utenti business in futuro.

  • Puoi iscriverti a G Suite qui

Google Hangouts per G Suite

Google Hangouts per G Suite: chat di Hangouts

Iniziamo con la chat di Hangouts, che si basa sugli Hangout che potresti avere familiarità con i prodotti consumer di Google. È molto progettato per competere con il prodotto che negli ultimi anni ha modificato in modo significativo la messaggistica aziendale – Slack – ma è stato lanciato solo all’inizio di quest’anno, e mostra il design piuttosto rudimentale e il set di funzionalità che è in offerta.

È perfettamente adeguato, visivamente e si adatta perfettamente al moderno Material Design utilizzato da tutte le app di punta di Google in questi giorni. Lo schermo consente di concentrarsi sulle stanze (che sono essenzialmente chat di gruppo) o sulle persone (messaggi diretti one-to-one) e puoi accedere alle conversazioni recenti sia attraverso la barra di navigazione a sinistra.

Il servizio si integra strettamente con le altre parti di G Suite, quindi puoi facilmente aggiungere file da Drive o impostare una videochiamata in Hangouts Meet, e tutto è conservato comodamente nella stessa finestra. Un po ‘più di personalizzazione del layout e della configurazione della chat di Hangouts non guasterebbe, ma Google ama la sua semplicità e non è certamente difficile saltare tra le stanze e le chat.

La solita barra di ricerca di Google si trova in alto, aiutandoti a passare rapidamente a stanze, persone, conversazioni e file, recuperando in qualche modo l’interfaccia piuttosto scarsa. Come nella maggior parte delle app di Google, l’idea è quella di cercare qualsiasi cosa tu stia cercando piuttosto che passare il tempo in menu o schermate extra.

Abbiamo trovato che i vari robot sono meno intuitivi da usare, ma una volta che li hai afferrati, possono essere utili: il Google Drive ti fa scorrere gli aggiornamenti sui tuoi file, ad esempio, mentre Trello ti tiene d’occhio con schede Trello collegate. C’è anche un bot per Giphy. La selezione è abbastanza limitata in questo momento, ma ci aspettiamo che questo migliori (puoi programmare i tuoi robot, se necessario).

  • Puoi iscriverti alla chat di Hangouts qui

Google Hangouts per G Suite

Google Hangouts per G Suite: Hangouts Meet

Poi abbiamo Hangouts Meet, che è il luogo in cui avviene la videoconferenza. Ancora una volta, tutto piuttosto semplice in termini di design, ma funziona abbastanza bene: avvia una chat video e ottieni un codice che altri utenti di Meet possono inserire per partecipare alla conversazione, oltre a un numero di telefono che gli utenti non G Suite possono utilizzare per chiamare da una normale linea telefonica. È anche possibile connettersi da altri servizi come Skype for Business.

Qualunque cosa Google faccia in background sembra funzionare, perché non abbiamo riscontrato alcun problema in termini di stabilità o qualità delle nostre connessioni durante l’utilizzo di Meet. Il servizio non ha molte funzioni di cui parlare, ma questo gli dà il vantaggio di essere libero da clutter e facile da girare – dopo tutto, si vuole essere in grado di concentrarsi sul video chattando sopra ogni altra cosa.

Vale la pena menzionare un paio di funzioni utili. Innanzitutto, una stretta integrazione con altre app di G Suite, in modo che tu possa rapidamente (ad esempio) organizzare una videochiamata in base a un evento salvato in Google Calendar. In secondo luogo, la possibilità di condividere il tuo schermo con le altre persone nella conversazione, che funziona bene e, naturalmente, è molto utile per gli utenti aziendali in tutti i tipi di scenari diversi.

Nei suoi materiali di marketing Google parla di un’esperienza “senza attrito” con Hangouts Meet, ed è esattamente come ci si sente: la videoconferenza funziona senza complicazioni per le persone che utilizzano piattaforme diverse (anche le app mobili per iOS e Android sono molto ben rifinite ), o non essere in grado di trovare il pulsante di disattivazione audio o di avere problemi a unirsi a una chat video in ritardo.

Infine, l’instant messaging di Hangout vecchia scuola vive ancora, in un angolo di Gmail. Resta da vedere quanto questo si integrerà con Hangouts Chat e Hangouts Meet in futuro (finora i messaggi inviati attraverso questo canale sembrano essere tenuti separati), ma per ora puoi ancora usarlo per inviare messaggi ad altre persone nella tua organizzazione e anche all’esterno (purché la funzione sia abilitata nelle impostazioni di amministrazione).

  • Puoi iscriverti a Hangouts Meet qui

Google Hangouts per G Suite

Google Hangouts per G Suite: prezzi e verdetto

Tutte le varianti di Google Hangouts sono incluse in G Suite, disponibile su tre piani diversi: Di base ($ 5 / £ 3,30 per utente al mese), Business ($ 10 / £ 6,60 per utente al mese) e Enterprise ($ 25 / £ 20 per utente al mese). Ottieni tutte le funzionalità di Meet e Chat su tutti questi piani (le differenze riguardano più lo spazio di archiviazione dell’utente e le funzionalità avanzate di elaborazione dei dati).

Questi due strumenti sotto l’ombrello di Hangouts hanno sicuramente tutto ciò che gli utenti aziendali possono desiderare in un servizio di messaggistica: trasferimenti di file, chat video di gruppo, accesso da più dispositivi, integrazione con vari servizi di terze parti e così via. In tutto, troverai l’amore di Google per lo spazio bianco e la semplicità evidente nell’interfaccia e tutto è semplice da spostare.

Il tuo chilometraggio può variare, ma per quanto riguarda la chat di Hangouts preferiamo il modo in cui Slack gestisce i thread all’interno di stanze (o canali in linguaggio Slack) e il modo chiaro e coerente di gestire i canali e i messaggi diretti. Anche l’hashtag e il supporto per il tagging sembrano molto meglio anche in Slack, anche se, ovviamente, la chat sta recuperando terreno e potrebbe avere l’opportunità di risolvere alcuni di questi problemi in futuro.

Beh, a meno che tu non dipenda davvero dall’integrazione perfetta con altri componenti di G Suite, è improbabile che tu voglia saltare la nave alla chat di Hangouts da Slack in qualsiasi momento, a meno che tu non stia cercando di risparmiare pagando solo un pacchetto di strumenti . Allo stesso modo Hangouts Meet è abbastanza solido, ma non necessariamente anni luce prima di qualcosa come Skype, con cui potresti già sentirti a tuo agio.

Non c’è dubbio che i componenti di Hangouts di G Suite siano ben costruiti, affidabili da usare e con praticamente tutte le funzionalità che probabilmente ti serviranno. Tuttavia, a differenza di altre parti di G Suite, non si distinguono sostanzialmente da ciò che offre la concorrenza. Google ha margini di miglioramento qui.

  • Abbiamo anche evidenziato i migliori strumenti di collaborazione online