A seconda di come hai configurato il tuo portafoglio Bitcoin, probabilmente avrai bisogno di una password come parte della sua sicurezza.

Gestori di password

Un gestore di password o un vault della password è un programma per computer che consente di creare e archiviare password sicure.

Se si intende utilizzare il gestore delle password tra più dispositivi, è spesso preferibile utilizzare una soluzione cloud a pagamento.

I gestori di password non sono solo più sicuri perché possono creare password lunghe e veramente casuali con un clic di un pulsante, ma sono anche più convenienti: non è necessario ricordare centinaia di password.

Invece, devi solo ricordare una singola password per aprire il gestore delle password.

  • Consulta la nostra guida sui migliori gestori di password

Portafogli di carta

Quando si creano portafogli di carta, di solito è meglio non crittografarli separatamente con una password.

Portafogli hardware

Se usi spesso il tuo portafoglio hardware, dovresti sicuramente impostare una passphrase aggiuntiva.

Poiché i portafogli hardware spesso sono dotati di un interruttore che cancella il portafoglio dopo troppi tentativi falsi per indovinare la password, bastano due parole dall’elenco Diceware.

Portafogli mobili

Lo smartphone deve disporre di una memoria crittografata (assicurarsi che questa opzione sia abilitata nel dispositivo Android, i dispositivi iOS sono dotati di memoria crittografata abilitata per impostazione predefinita).

La maggior parte dei portafogli mobili ti consente di impostare una password o un passcode aggiuntivi.

Portafogli online

Il tuo portafoglio online può essere un buon posto dove tenere una piccola quantità di Bitcoin senza doversi preoccupare di come riprenderne l’accesso dopo molto tempo.

Autenticazione a due fattori per i tuoi account online

Sebbene l’uso di Bitcoin teoricamente non richieda l’apertura di alcun account, probabilmente aprirai molti account con servizi di terze parti.

Autenticazione a due fattori significa che, oltre alla normale password, è necessario inviare un secondo codice per accedere al proprio account.

Password secondarie via SMS

Alcuni servizi ti chiederanno un secondo codice ogni volta che effettuerai l’accesso, soprattutto se non hai mai effettuato l’accesso da quel dispositivo in precedenza.

Tuttavia, affinché funzioni, il tuo telefono deve avere la ricezione, il che è qualcosa che non è sempre possibile.

Se perdi il telefono, questo sistema potrebbe potenzialmente bloccarti definitivamente dal tuo account.

I governi spagnoli potrebbero anche leggere i messaggi di testo in silenzio o impedire a un SMS di raggiungerti (o entrambi!).

Generazione di codici 2FA tramite un’app

Google Authenticator e Authy sono due fantastici esempi di app che generano codici sul tuo telefono invece di inviarti tramite SMS.

Tuttavia, questo processo ti rende più dipendente dal tuo dispositivo.

Alcuni servizi di autenticazione ti consentiranno di creare codici di emergenza in questo caso, che dovrai archiviare in modo sicuro altrove (ad esempio in un file crittografato sul tuo computer).

Genera un codice di autenticazione con una chiavetta USB

Invece di ottenere i codici secondari dal telefono o da un server remoto, è possibile generarli su un dispositivo USB dedicato.

FIDO U2F è uno standard open source che è molto facile da configurare ed è supportato da molti servizi popolari, come Facebook e Google.

Lexie M scrive su sicurezza delle informazioni, bitcoin e privacy.