Trovare la VPN giusta sembra facile, almeno in teoria. Sfoglia alcuni siti Web dei provider, confronta i dettagli chiave come il numero di posizioni e il prezzo e puoi registrarti in pochi minuti.

Ma attenzione: alcuni provider estenderanno la verità fino al punto di rottura nelle affermazioni che faranno riguardo al loro servizio. Ciò che sembri promesso sul sito Web non corrisponde sempre a ciò che effettivamente otterrai.

Non lasciare che questo ti impedisca di fare acquisti per le offerte VPN: ci sono molti buoni servizi in giro. Ma è importante capire cosa sta succedendo in termini di rotazione delle vendite in alcuni casi. Per dare una mano, abbiamo elencato sette trucchi particolarmente subdoli che puoi cercare e come evitarli. Buona fortuna e stai attento là fuori.

  • Abbiamo anche una guida su come riconoscere una VPN non valida

La VPN n. 1 al mondo in questo momento
Abbiamo esaminato più di cento provider VPN, sia gratuiti che a pagamento, e la nostra raccomandazione principale in questo momento è ExpressVPN. Questo perché, sebbene sia un’opzione a pagamento, la sua velocità e robustezza, nonché i server che ha in quasi 100 paesi in tutto il mondo e può ospitare quasi tutti i tuoi dispositivi.

Viene inoltre fornito con una garanzia di rimborso di 30 giorni senza cavilli e consigliamo vivamente di provarlo su qualsiasi opzione gratuita, inoltre se si utilizza il seguente collegamento, puoi richiedere 3 mesi gratuiti con un piano annuale!
Vedi l’offerta

1. Elenchi di server obsoleti

L’elenco delle posizioni di una VPN è uno dei suoi punti di forza chiave e le aziende sanno che maggiore è il numero di server, posizioni e paesi che possono offrire, maggiore sarà l’interesse che attireranno.

Sfortunatamente, non puoi sempre credere a ciò che leggi. I totali che vedrai sul sito Web potrebbero essere obsoleti e non rispecchieranno sempre ciò che otterrai nel client. A volte questo può funzionare a tuo favore (forse un’azienda ha recentemente aggiunto più server), ma a volte una VPN potrebbe non supportare più alcune posizioni, ma “dimenticare” che sono ancora elencate sul sito Web.

Un trucco ancora più subdolo, ma meno comune, è quello di offrire server che supportano così pochi protocolli che funzionano solo con dispositivi specifici. Potresti scoprire che, sebbene ti sia stato promesso un server australiano, ad esempio, non è disponibile sui desktop.

È difficile rilevare questo trucco in anticipo, ma puoi almeno controllare un servizio per la sua coerenza. Guarda i totali di server, posizione e paese sulla prima pagina del sito Web e confrontali con altri luoghi del sito (una pagina di stato del server, una tabella di confronto dei piani, una pagina delle caratteristiche, forse le pagine del negozio per qualsiasi iOS e Android Apps). Eventuali differenze nei numeri che vedi potrebbero essere dovute alla sciatta più che alla cattiveria, ma vale comunque la pena notare.

Se ti iscrivi a una VPN con una prova gratuita comunque, non dare per scontato che l’elenco delle posizioni sul sito Web corrisponda a quello che otterrai nella vita reale. Prenditi il ​​tempo di scorrere l’elenco dei server e confermare che il servizio offra tutto ciò che ha promesso.

2. Dichiarazioni fuorvianti “nessuna registrazione”

La privacy è una delle principali preoccupazioni per molti utenti VPN, quindi non sorprende che i provider tentino di rassicurarli con affermazioni “senza registrazione”.

Una società VPN potrebbe promettere che non ci sono “registri di alcun tipo, mai” sulla homepage. A volte vedrai ulteriori affermazioni che la società non registra i siti che visiti e che non può vedere nulla che stai facendo online. Il nocciolo di questo potrebbe essere vero, ma spesso non ti viene raccontata l’intera storia.

Molti servizi mantengono registri delle sessioni che potrebbero registrare i tempi di connessione, forse la larghezza di banda utilizzata, l’indirizzo IP in entrata, i dettagli del dispositivo o l’indirizzo IP in uscita. Ciò potrebbe lasciare una traccia che consente a qualsiasi delle tue azioni su Internet di essere ricollegata a te, almeno in teoria (qualcuno dovrebbe prima ottenere il diritto legale di esaminare i registri).

Alcuni provider ammettono di poter utilizzare questi registri o altre tecniche per identificare chiunque abusi del servizio, se hanno ricevuto reclami.

Questo tipo di inganno è così diffuso che ti consigliamo di ignorare completamente tutte le affermazioni di prima pagina senza registrazione. L’approccio migliore è iniziare supponendo che ogni VPN mantenga (o possa conservare) una qualche forma di log, a meno che non riescano a trovare un caso molto convincente che mostra il contrario. E se la registrazione è in cima al tuo elenco di dubbi, leggi l’informativa sulla privacy del servizio in dettaglio per provare a capire cosa sta realmente succedendo.

  • Scopri i migliori servizi VPN gratuiti da scaricare ora

3. Dubious recensioni di app store

Le app VPN mobili hanno spesso pochissime informazioni sulle loro capacità, quindi probabilmente vorrai controllare le valutazioni e le recensioni di altri utenti. Ma attenzione: i provider VPN sanno quanto possano essere importanti e meno onesti useranno una serie di trucchi per aumentare i loro punteggi.

Ad esempio, abbiamo visto servizi che promettono vantaggi come una larghezza di banda aggiuntiva per gli utenti che assegnano all’app una valutazione a cinque stelle.

Altre app gratuite sono un po ‘meno evidenti, ma provano comunque a guidarti nella stessa direzione. Un esempio recente ci ha chiesto se desideriamo rimuovere un limite di servizio e quando abbiamo toccato “Sì”, ci ha chiesto una valutazione. Non è obbligatorio e non è necessario assegnare all’app il punteggio più alto, ma molti utenti lo faranno, e questo è sufficiente per distorcere le cifre.

Il nostro miglior consiglio è di non attribuire un grande peso ai punteggi alti delle app. Se sei curioso, però, prenditi del tempo per scorrere le recensioni precedenti. Se un’app sta chiedendo o offrendo incentivi per buone recensioni, probabilmente alcuni utenti lo menzioneranno.

4. Offerte non così speciali

Vai alla maggior parte delle pagine dei prezzi VPN e troverai molte “offerte speciali” che di solito non sono affatto speciali. Per tutti gli sconti del ‘50% ‘, le offerte flash o le offerte’ strettamente limitate ‘- che a volte richiedono la registrazione entro pochi minuti per ottenere il prezzo speciale – molti schemi di prezzi del provider VPN non cambiano molto.

Se ti stai chiedendo se l’accordo scadrà davvero stasera, inserisci l’URL del sito Web VPN in archive.org e controlla come erano i prezzi qualche mese fa. L’offerta potrebbe non essere limitata come pretende il fornitore.

Anche quando appare un vero affare, fermati un attimo e pensaci. Le VPN occasionalmente offrono abbonamenti a vita a prezzi incredibili, che abbiamo visto a partire da $ 40 (£ 30) o giù di lì, ma questo non è un modello di business sostenibile. A meno che non sia un’offerta veramente a breve termine da parte di un noto provider di grandi nomi, tratteremmo queste offerte come un avvertimento più che un’opportunità. Quella licenza a vita non ti aiuterà molto se il provider fallisce un mese o due dopo.

E se stai ancora lottando, assicurati di visitare la nostra guida VPN economica, per scoprire i servizi che mantengono le cose accessibili tutto l’anno.

5. Informazioni sullo stato del server falso

Ogni buona VPN dovrebbe visualizzare un elenco dei suoi server, ma alcune aziende vanno un po ‘oltre, includendo anche un qualche tipo di carico del server o indicatore di integrità. Queste cifre sembrano quasi sempre mostrare cifre di carico molto basse, quindi presumibilmente queste organizzazioni sperano che sarai impressionato da tutta la capacità apparentemente libera.

A prima vista, questa sembra una buona idea, ma non siamo sicuri di quanto siano davvero significative le cifre. Cosa stanno effettivamente misurando? Come vengono calcolati? Quanto sono aggiornati? Nessuno sembra mai spiegare.

E anche se non stiamo dicendo tutto, o anche la maggior parte delle pagine è fuorviante, ne abbiamo trovate alcune che hanno cercato di ingannare gli utenti. Una era una semplice pagina HTML statica che mostrava sempre le stesse cifre basse ogni volta che visitavi. Una pagina leggermente più intelligente sembrava usare valori casuali, anche se come al solito erano tutti rassicuranti bassi.

Se ti imbatti in una di queste pagine, prova a forzare un aggiornamento e cerca di vedere cosa, se non altro, cambia. Rivedi la pagina nel corso di una giornata per vedere se il carico aumenta nelle ore di punta, come previsto. Inoltre, inserisci l’URL della pagina su archive.org e confronta nuovamente i valori.

Qualunque cosa ti dica, cerca qualche spiegazione sul significato reale di questi dati di carico o di utilizzo. Se non ce n’è uno, ignorali: sono solo marketing.

6. Rimborsi inutili

Molte VPN non ti permetteranno di provare prima di acquistare e ti chiederanno invece di pagare in anticipo, ma promettono un rimborso se non sei soddisfatto.

Occasionalmente un servizio proverà a migliorare il suono estendendo il rimborso per un lungo periodo. Circa sette giorni è normale, ma abbiamo visto che alcuni provider offrono 14 giorni o addirittura 30.

Anche se questo sembra ragionevole, a volte ci sono catture subdole che possono rendere difficile, o addirittura impossibile, riavere i tuoi soldi.

Il peggio imporrà limiti severi all’utilizzo del servizio. Potrebbero dire che hai diritto a un rimborso solo se hai utilizzato meno di una piccola quantità di larghezza di banda (a volte solo poche centinaia di megabyte) o ti sei connesso solo per un numero limitato di volte. Abbiamo utilizzato tutta la nostra quota di rimborso per alcune VPN con alcuni minuti di test.

Altri servizi affermano che puoi chiedere il rimborso solo se il servizio non ha soddisfatto le “aspettative ragionevoli”. Ovviamente, la società decide cosa è ragionevole e, a meno che la VPN non sia stata un disastro totale (cioè non ti sei mai connesso con successo una volta) c’è una possibilità che l’impresa possa rifiutare la tua richiesta.

Per evitarlo, controlla la piccola stampa prima di iscriverti. A volte è presente un collegamento alla politica di rimborso e, in caso contrario, i dettagli sono spesso menzionati nei termini di servizio o nelle FAQ. Le restrizioni nella stampa di piccole dimensioni non saranno sempre importanti: un limite di larghezza di banda di 2 GB ti dà molto tempo per i test, ma in generale, minori sono le condizioni di rimborso in atto, migliore è.

7. Stampa rubata

Elaborare una decente politica sulla privacy della VPN richiede tempo, esperienza e molta attenzione. Ecco perché le VPN meno oneste a volte copiano e incollano solo caratteri piccoli da un modello o rubano del tutto il testo di qualcun altro e copiano e sostituiscono semplicemente i nomi dell’azienda.

Per saperne di più, sfoglia la politica e cerca una linea che sembra specifica per l’azienda. Ecco un buon esempio che descrive un dettaglio dettagliato di come funziona la VPN: “assegna un identificatore univoco a ciascun utente del servizio, ma non lega questi identificatori univoci alle informazioni personali degli utenti”.

Ora usa Google per cercare un pezzo di questo che non include il nome dell’azienda, come “non lega questi identificatori univoci alle informazioni personali degli utenti” e cerca eventuali hit.

Troviamo regolarmente testo visualizzato su più siti VPN, e talvolta ci sono spiegazioni innocenti. Ogni VPN potrebbe essere gestita (o rivendere) dallo stesso servizio, forse. O forse il sito attuale ha scritto la politica originale e tutti gli altri l’hanno copiata.

Ma se stai guardando qualche app nuovissima di cui non hai mai sentito parlare prima, e ha una copia stampata chiave incollata da una delle grandi aziende VPN, quindi fai attenzione. Questo ci suggerisce che l’organizzazione sta creando un sito Web per darti quello che vuoi vedere, piuttosto che dirti la verità, e che ci lascia con una grande domanda: cos’altro sul sito della VPN potrebbe essere falso?

Leggi di più:

  • Dai un’occhiata alla nostra migliore guida VPN per ottenere il fornitore perfetto per te
  • Vi siete mai chiesti come funziona VPNS?
  • Ulteriori informazioni sul provider più famoso al mondo: NordVPN

Confronta i 4 migliori servizi VPN complessiviExpress VPN 12 mesi Surfshark 24 mesiNordVPN 2 annoIPVanisci 1 annoPricing12 mesi $ 6,67 / mese Visualizza DealatExpress VPN24 mesi $ 1,99 / mese Visualizza DealatSurfshark24 mesi $ 3,49 / mese Visualizza DealatNordVPN12 mesi $ 5,20 / mese Visualizza DealATIPVVNNV VPN $ 5,20 / meseMac OSChromeFirefoxConnessioni simultanee N / A illimitato6N / AWorks conNumero di posizioni N / A6055N / AP2P TrafficoIdeale per bilanciamento delle opzioni e facilità d’uso Periodo di provaLarghezza di banda illimitata